Come calcolare o verificare l’iban? istruzioni per l’uso

Conoscere l’Iban è fondamentale per poter eseguire la maggior parte delle disposizioni bancarie (vedi anche Guida agli assegni). La sua funzione è semplice e cioè: quella di identificare in modo univoco il conto corrente verso il quale disporre l’operazione oppure, nel caso del proprio iban, per completare alcune operazioni di controllo od ancora per poter disporre dei pagamenti di tipo permanente, ecc.


Il principio attraverso il quale fare la verifica dell’Iban è universale, quindi vale tanto per i conti correnti delle poste quanto quello delle banche, e per queste sia quelle italiane che straniere. Nella “vecchia versione” di coordinate bancarie bastava conoscere l’Abi, il Cab e il numero di conto corrente, ma una volta che si conoscono questi dati arrivare alla memorizzazione dell’Iban nella nuova versione è molto semplice, così come si può fare il calcolo dell’Iban inverso, partendo dalla nuova versione per poi ricavarsi lo stesso Abi, il Cab e il numero di conto corrente.

Come fare il controllo dell’Iban

All’interno dell’Iban sono riportate nei 27 caratteri totali, 3 lettere (maiuscole) e 24 numeri. Le prime due lettere indicano il Paese in cui si trova la banca presso la quale è aperto il conto corrente (IT per l’Italia), quindi ci sono due cifre seguite da una lettera che rappresentano il CIN (Control Internal Number), che è un numero di controllo. I numeri che seguono sono, in ordine: Abi, Cab e infine il conto corrente.

Per conoscere il numero di conto corrente conviene partire dall’ultima cifra e tornare indietro, fino ad incontrare il primo zero (questo perché il numero di conto può essere anche solo a tre cifre, ma le cifre assegnategli sono 12, per cui l’assenza delle cifre viene colmata inserendo lo zero). Invece per individuare l’ABI (che è identificativo della banca con la quale si ha un rapporto di conto), bisogna contare le 5 cifre che seguono immediatamente la lettera del CIN, e per il CAB (che identifica la filiale e che è unico solo per le banche online che vantano una sede appunto “Unica”) le 5 cifre che seguono le suddette cinque dell’ABI (quindi dalla sesta compresa alla decima compresa).

Come fare il calcolo dell’Iban?

Se non si conoscono l’Abi e il Cab, ma si conosce il numero di conto corrente si può effettuare il calcolo tramite i calcolatori online, anche se questo potrebbe essere non preciso. Una volta compreso il meccanismo in base al quale è organizzato l’Iban non serve far altro che dividere le cifre per gruppi.