La nuova carta prepagata ricaricabile con Iban di Bancoposta: ecco Postepay Evolution

Postepay Evolution è la nuova carta conto di Poste Italiane. Modalità di pagamento contactless, metodi di ricarica innovativi e costi di gestione contenuti sono le principali caratteristiche di questa carta. Scopri all’interno della recensione tutti i vantaggi e gli svantaggi di questa carta prepagata con iban.

La Postepay Evolution è una carta prepagata MasterCard con iban emessa da Poste Italiane. Tra le operazioni di pagamento sono previsti anche i bollettini postali e la domiciliazione delle bollette e ovviamente sia i bonifici in uscita che in entrata.

Caratteristiche della carta Postepay Evolution e come averla

La Postepay Evolution va acquistata all’ufficio postale, dietro il pagamento di 5 euro (costo una tantum per l’emissione della carta), e viene consegnata già attiva. Tuttavia se si sfrutta l’opzione connect (con collegamento tra la Postepay Evolution e una sim Postepay)la quota di rilascio è in promozione pari a 0,00 euro. Segnaliamo che in fase di emissione è necessario effettuare una ricarica minima di abilitazione pari a 15,00 euro.

La ricarica può essere fatta tramite ufficio postale in contanti, bonifico, miniricarica, da Atm e ricevitorie Sisal, dal sito di Bancoposta e tramite App. Il costo oscilla da un minimo di 1 euro a 3 euro (da Postamat). Inoltre, già da Agosto 2018, si è obbligati alla registrazione sul sito delle Poste per ottenere un’area personale dove ricevere le varie comunicazioni.

Tuttavia è previsto anche un canone annuo di 10 euro per le carte emesse fino a fine 2018, che dal 1 gennaio 2019 passa a 12 euro. Il plafond della carta è di 30 mila euro (con il ‘limite massimo ricariche’ di 100 mila euro complessivi annuali). I prelievi non sono gratuiti, un euro se si effettua il prelievo da postamat e 2 euro negli altri casi (5 euro per l’estero se non è un Atm abilitato in euro). La commissione per il cambio valuta è pari a 1,10%. Per quanto riguarda poi i bonifici non è prevista la possibilità di invio gratuito: se fatti in area Sepa, con uno dei canali telematici (internet e app) il costo è di 1 euro mentre da ufficio postale la commissione applicata è sempre fissa ma pari a 3,5 euro. L’importo massimo di un bonifico con singola operazione è di 15 mila euro (sempre ovviamente nel limite del plafond della Postepay Evolution di cui è stata dotata) e tramite App il limite scende a 5 mila euro.

I massimali di prelievo sono di 2500 euro al mese, per un massimo di 600 euro al giorno mentre per i pagamenti sono invece di 3500 euro al giorno e 10 mila euro al mese. I postagiro partono da 50 centesimi di commissione.

La carta funziona sul circuito MasterCard, è dotata di tecnologia contactless e permette di fare acquisti online in sicurezza grazie ai sistemi di protocollo adottati proprio da MasterCard.

(Fonte: sito Poste Italiane – Data rilevazione: 24 gennaio 2019)

Contatti

Per ricevere assistenza, chiedere informazioni sugli sconti eventualmente dedicati e bloccare la carta in caso di furto o smarrimento è possibile utilizzare un unico numero verde e cioè l’800003322. Questo potrà essere utilizzato anche per richiedere il duplicato del proprio pin che verrà poi inviato all’indirizzo indicato nella richiesta. Fa solo eccezione la richiesta di blocco dall’estero che deve essere invece effettuata chiamando il numero fisso 0282443333.

Quali caratteristiche presenta la versione business?

Come servizi e come funzionalità, la versione della Postepay Business, pensata per chi ha una partita Iva o è una ditta individuale, è perfettamente in linea con quelli di una Postepay Evolution per la clientela retail. Tuttavia rivolgendosi a una clientela che ha delle esigenze specifiche presenta anche dei servizi aggiuntivi, come:

  • la possibilità di abbinamento con il Pos Tandem, per ricevere l’accredito dei pagamenti effettuati tramite Pos;
  • un plafond più elevato, che arriva a 200 mila euro.

Il canone sale a 60 euro annuali, che si riduce del 50% in promozione per il primo anno, e coloro che acquistano una Postepay Evolution entro marzo 2019 ottengo un altro sconto, dovendo pagare per il primo periodo solo 15 euro.

Il costo di emissione è di 10 euro (sempre una tantum) mentre la ricarica minima scende a soli 5 euro. Prelievi e costi di ricarica sono gli stessi previsti per la versione per privati, ma la commissione di cambio valuta sale a 1,5%. Condizioni identiche invece per i bonifici, che in addebito hanno un costo che va da 1 euro con i canali telematici a 3,5 euro per quelli fatti da ufficio postale. Infine troviamo condizioni in linea per quanto riguarda i massimali, nonostante il plafond notevolmente più elevato.

(Fonte: sito ufficiale Poste Italiane – Data: 24 gennaio 2019)

Trasferimenti P2P e Google Pay

La Postepay Evolution, in entrambe le versioni, puoi essere abilitata al servizio Google Pay tramite l’abilitazione con l’App Postepay, che a sua volta può essere utilizzata anche per i trasferimenti P2P. Fino a fine 2019, per importi che sono pari al massimo a 25 euro i trasferimenti sono gratuiti, mentre l’importo massimo previsto per singola operazione non può comunque essere superiore a 200 euro, con in più il limite numerico di 10 operazioni al max al giorno.

(Fonte: sito ufficiale Poste Italiane – Data: 24 gennaio 2019)

Opinioni sulla Postepay Evolution

Rispetto alla Postepay tradizionale la versione Evolution consente di svolgere anche alcune delle principali operazioni previste da un conto (approfondimento: Conto corrente di base), come la possibilità di inviare e ricevere bonifici online. Questa carta può infatti essere usata per l’accredito di pensione/stipendio. Per quanto riguarda la versione Business rimangono forse troppo stretti i limiti, anche in funzione del plafond di cui è dotata la carta invece particolarmente generoso. Ovviamente però ogni riflessione va poi fatta in funzione delle proprie esigenze e aspettative.