Recensioni ed opinioni conto bancoposta per vecchi clienti: scopri la convenienza del conto corrente di Poste italiane

Poste Italiane propone attraverso BancoPosta 4 tipologie di conto corrente, ovvero il conto Base, il conto BancoPosta (non più sottoscrivibile ed attivo solo per i vecchi clienti), il conto Bancoposta click e il conto BancoPosta più.


I già clienti che vogliono passare da un tipo di conto corrente ad un altro lo possono fare firmando i moduli di variazione, tranne che nei casi in cui ci sono delle effettive limitazioni a causa dei servizi e prodotti finanziari sottoscritti che potrebbero non essere compatibili con conti correnti con ridotta o limitata operatività.

In ogni caso bisogna ricordare che una volta effettuata la variazione non c’è la possibilità di rispristinare le condizioni del precedente conto corrente, se queste sono state modificate e non sono più attive, per cui si tratta di una decisione da effettuare con molta attenzione.

I conti correnti Bancoposta che offrono una maggiore costanza delle condizioni proposte sono: il conto Bancoposta click e il conto BancoPosta di base, per i quali le variazioni sulle condizioni contrattuali sono state veramente minime.

Non è invece più disponibile il conto BancoPosta, sottoscrivibile solo per i già clienti, che presentava delle condizioni ormai superate (canone annuo di 30,99 euro, postamat con costo annuale di 10 euro, e libretto degli assegni pagando 3 euro).

Riepilogo condizioni

BancaPoste Italiane
Nome ContoBanco Posta (vecchi clienti)
Canone annuo30,99 euro
Tasso creditore0,00%

Bancoposta click: il “prezzo”della gratuità

Bancoposta click è il conto corrente con canone pari a zero, pensato per coloro che preferiscono gestire il conto prevalentemente o esclusivamente online. Anche la carta postamat è gratuita, mentre la carta di credito ha un costo intorno ai 24 euro annui (23,24 euro per la Classica e 24 euro per la Più).

Nel corso del tempo, dal suo lancio non sono state apportate modifiche sostanziali, dato che tutte le operazioni online (ad eccezione della ricarica della postepay o il pagamento dei bollettini postali che costano entrambi 1 euro a operazione) sono rimaste gratuite. Per i vecchi clienti Bancoposta click è attivabile anche online.

Bancoposta conto corrente di base

Questo genere di conti correnti non è suscettibile di grandi variazioni, dato che deve garantire le funzioni minime previste da un conto corrente con costi ugualmente ridotti all’osso, soprattutto per quanto riguarda determinate categorie di utenti.

In particolare c’è la versione del conto pensionati, che può essere utilizzata da coloro che hanno un reddito annuo inferiore a 18 mila euro, anche vecchi clienti Bancoposta e titolari di un altro tipo di conto corrente più costoso.

Si può scegliere tra due opzioni: l’opzione 1 ha un costo di 24 euro annue; l’opzione due non ha costi di gestione mensili fissi e comprende anche l’emissione di una carta Maestro. Si tratta di un conto adatto a chi fa poche operazioni, per lo più di prelievo e pagamento e ovviamente accredito della pensione.


Ultimo aggiornamento: 2 aprile, 2015