N26 Metal conto e carta – Opinioni e recensione

La banca N26 si è presentata fin da subito come una proposta innovativa, un aspetto confermato anche dalla N26 Metal. Si tratta infatti di una carta unica nel suo genere che caratterizza il conto alla quale si appoggia, dotandolo di una serie di vantaggi esclusivi, sia assicurativi che legati ad una serie di convenzioni dedicate. Vediamone nel dettaglio le caratteristiche, condizioni e requisiti.

Caratteristiche principali

La N26 Metal è in pratica un’evoluzione delle carte offerte da questa banca e rappresenta il prodotto top dell’offerta dell’istituto di credito tedesco. In primis il conto al quale è associato la carta beneficia di un’ assistenza dedicata, che rimane accessibile sempre tramite l’apposita chat, attivabile dall’area personale nell’internet banking, ma che garantisce tempi di risposta veloci e un supporto ad personam.

Il primo passaggio è logicamente quello di aprire il rapporto con il conto N26. La procedura, che vedremo ampiamente in seguito, è comune a tutte le tipologie di conto, che verranno diversificati, nei servizi e nei costi proprio in base alla scelta della carta da associare. Detto questo anche se si opta per quella standard la scelta non è definitiva: è’ infatti possibile chiedere successivamente l’upgrade tramite l’apposita funzione presente nell’area clienti. Questa possibilità ritorna utile se prima si vuole tastare il tipo di servizio ricordando che la carta/conto base non richiede canone mensile.

Ma attenzione: se si sceglie la versione standard non si ha una durata minima del contratto, mentre nel caso della Metal si dovrà rispettare una durata minima del contratto di 12 mesi.

Sia che si scelga fin da subito la carta N26 Metal che si effettui l’upgrade in una fase successiva si dovrà scegliere il look della propria carta Metal tra un rosa, un grigio perla e un nero metallizzato.


In tutti e tre i casi la plastica tipica delle carte di pagamento è sostituita con l’acciaio e non sono riportati i dati sulla parte anteriore (nemmeno il nominativo) che invece si trovano posteriormente. Inoltre il logo Mastercard (ricordando che si tratta di una carta Mastercard Prepaid), non è stampato ma inciso, così come la scritta identificativa N26.

(Fonte: sito ufficiale N26 – Data: 18 febbraio 2019)

Ricordiamo che, alla pari delle altre versioni, la gestione del proprio conto può avvenire sia da app che da pc. A differenza di molti altri prodotti concorrenti la banca teutonica ha infatti lanciato la cosiddetta ‘N26 web app’. Questa tra le varie cose permette di:

  • scaricare e stampare le proprie rendicontazione;
  • usufruire dei vantaggi Premium tipici della versione Metal;
  • accedere all’assistenza dedicata via web chiamata ‘Supporto Clienti web’.

Costi e commissioni

Veniamo ora a considerare i costi associati al conto e alla carta e i vantaggi collegati. Nel particolare scegliendo la N26 metal si avrà un conto con un canone mensile di 16,90 euro in cui sono compresi:

  • prelievi su ATM di qualsiasi gruppo bancario sempre gratis e senza limitazioni di numero, sia in zona Sepa che extra Sepa;
  • pagamenti gratuiti in qualsiasi valuta (non viene applicata neppure una commissione di cambio valuta);
  • pacchetto assicurativo offerto da Allianz inerente a viaggi, garanzia estesa acquisti, danni su auto noleggiata, assistenza medica, furto cellulare e prelievo di denaro (per approfondimenti Foglio informativo valido fino al 4 febbraio 2019 e Fogli informativo valido dal 5 Febbraio);
  • le offerte del programma World Elite di Mastercard.

A questo, come già detto, si aggiunge un supporto clienti dedicato numerosi vantaggi e offerte tramite la rete di partner convenzionati. Quindi nel complesso, grazie al canone omnicomprensivo, si hanno vari servizi a disposizione senza dover pensare a cosa rinunciare per evitare che la gestione del conto e della carta finisca per far lievitare i costi collegati.

(Fonte: sito ufficiale N26 – Data: 18 febbraio 2019)


Apertura del conto

Come requisiti minimi per procedere all’apertura ci sono quelli personali e quelli tecnologici. Quelli personali prevedono solo:

  • essere maggiorenne;
  • essere residente in uno dei Paesi accettati (e l’Italia è presente).

Per quanto riguarda invece i requisiti tecnologici bisogna essere titolari di uno smartphone compatibile, ovvero:

  • Apple iPhone 4Si (iOS a partire dalla versione 8);
  • Smartphone Android ( dalla versione 4.3).

Per procedere alla fase di apertura si può usare sia la funzione su Pc che quella su smartphone dopo aver scaricato l’app di N26. Il primo passaggio è quello di inserire il paese di residenza a cui seguirà via via l’inserimento degli altri dati personali richiesti compresa:

  • la data di nascita che serve per vedere se è rispettato il limite dell’età anagrafica superiore a 18 anni;
  • l’indirizzo e-mail per la conferma della procedura;
  • l’indirizzo di residenza (utile anche per ricevere la carta N26 Metal).

L’ultimo step è rappresentato dalla fase di riconoscimento, che avviene tramite web cam del device usato, dove si dovrà mettere in mostra in modo ben visibile anche il documento di riconoscimento non scaduto (sono accettati carte di identità patenti e passaporti). Infine si dovrà inserire il pin di 4 cifre ricevuto sullo smartphone per collegare il conto al numero di telefono (un solo numero per ogni conto).

Altri vantaggi


N26 Metal presenta anche altri vantaggi legati ai servizi offerti. Tra questi sono sicuramente da segnalare la possibilità di associare la propria card a Google Pay e Apple Pay per pagare ‘contactless’ attraverso il proprio device mobile. In entrambi i casi la procedura per ‘associare’ la N26 Metal con il wallet è molto semplice ed avviene direttamente tramite l’app N26.

A questo si aggiunge anche la novità Spaces attraverso cui creare fino a 10 ‘spazi virtuali’ (contro i 2 della versione standard) dove ‘depositare’ parte delle proprie giacenze. Ancor più semplicemente si tratta di conti paralleli destinati al risparmio le cui giacenze non possono essere toccate ad esempio per i pagamenti o nel caso di bonifici. Detto questo le cifre in essi contenute non sono assolutamente vincolate, per utilizzarle basterà infatti ritrasferirle sul conto principale o chiudere/cancellare lo ‘space’ stesso.