Cash26: ecco come funziona il servizio di N26

Tra le varie opzioni di ricarica di una prepagata quella in contanti può rappresentare sicuramente un’alternativa comoda da usare. Di contro in caso di molte ricaricabili può essere associata a costi più o meno elevati. In più c’è da considerare il limite rappresentato dalle carte emesse dalle banche online, che difficilmente offrono questa possibilità.

Un limite che non riguarda però la banca N26 che ha lanciato il suo servizio Cash26, attivo al momento in Germania, in Austria e in Italia. Nella nostra penisola, più nello specifico, il servizio della banca teutonica è disponibile al momento nelle Regioni del centro e del Nord.

Che cos’è

Cash26 di N26 è quindi una modalità di ricarica che è andata ad arricchire la quantità di opzioni che già si avevano per ricaricare il proprio conto e quindi la propria carta Mastercard associata. Ma non solo, con l’innovativo servizio dell’istituto di credito tedesco è anche possibile prelevare contanti, un aspetto molto interessante e sicuramente innovativo per quanto riguarda la categoria a cui appartiene appunto anche N26.

esempio funzionamento cash26

Come fare? Il tutto è molto semplice! Per fare un deposito o un prelievo, è sufficiente rivolgersi a uno dei punti vendita (o supermercati) che hanno fatto una convenzione con la banca N26. Questi sono diversi a seconda che si voglia fare l’operazione in Germania, in Austria oppure in Italia. In particolare per il nostro Paese, secondo le ultime informazioni ufficiali, al 29 Luglio 2019, i punti sono 126, e si tratta dei supermercati che appartengono al gruppo Pam e Panorama.

Ma attenzione: non tutti i punti vendita Pam e Panorama sono atti a fornire questa possibilità. Sempre alla data suddetta risultano esclusi oltre all’Abruzzo tutte le Regioni del sud e le isole. In ogni caso per conoscere con sicurezza quali strutture sono convenzionate (aspetto che vale tanto a Roma che nelle più piccole province), è possibile sfruttare la funzione map di cui è dotata Cash26 a sua volta presente all’interno del menù dell’app N26.

Come trovare il punto vendita più vicino?

L’uso di questa funzione è molto semplice. Per accedervi è infatti sufficiente aver già scaricato e installato l’app sul proprio device e logicamente aver aperto il conto. Vediamo comunque insieme la procedura passo passo:

  • aprire l’app e fare il login;
  • fare tap sul menu (identificato dal simbolo ‘ +’ presente in alto a destra della pagina principale) per far aprire le varie
    funzioni;
  • Scegliere Cash26 così da farla aprire;
  • Selezionare nel ‘sottomenu’ la voce Map che mette in evidenza la mappa dei punti Pam abilitati (N.B. Se c’è il geolocalizzatore attivato già restringe la ricerca in quelli più vicini);
  • Inserire o selezionare la zona di maggior interesse.

trovare supermercati cash26 da app

Questo funzionamento vale per tutti i punti convenzionati anche fuori dai confini nazionali. Proprio per questo, se si va in uno dei Paesi che ha attivo Cash26, con la funzione map si potranno consultare i punti ai quali rivolgersi. Ad esempio al 29 luglio 2019 vengono segnalati dal sito ufficiale le seguenti ‘convenzioni’:

  • Germania: REWE, ON, Adam’s, Penny, dm, real, Ludwig, Eckert, Budni, Barbarino o Rossmann;
  • Austria: Billa, Merkur, dm e Penny Austria.

Ricordiamo che tutti i punti abilitati permettono di fare sia il prelievo che il deposito.

Guida all’uso del servizio

Prodotti e servizi N26

Conto N26
N26 Business
N26 Metal
N26 You
Cash26
N26 Black

Ricapitoliamo quanto detto fino ad ora. Per poter usare Cash26 servono quindi solo tre requisiti:

  • essere cliente N26;
  • avere con sé il device dove è stata scaricata l’app;
  • andare in un punto convenzionato.

Quindi sia che si voglia prelevare che depositare si dovrà andare alla cassa, e dire al cassiere il tipo di operazione che si vuole fare. Attenzione: non è assolutamente necessario inserire l’operazione all’interno di un acquisto al supermercato. Vediamo anche in questo caso la semplice procedura che varierà leggermente a seconda del tipo di operazione che si vuole fare:

In caso di deposito

Si deve accedere all’app inserendo le credenziali e poi una volta dentro a Cash26 si deve selezionare la funzione ‘Deposita’. Qui si dovrà inserire l’importo che si vuole versare, cliccare su Conferma e quindi mostrare il display al cassiere, che dovrà scannerizzare il codice a barre che è stato generato dall’app.

Quindi si deve consegnare la somma scelta da depositare al cassiere (che sarà comprensiva della commissione se questa è prevista). Il trasferimento sul conto è quasi istantaneo, ed è consigliato controllare nella lista movimenti sempre all’interno dell’app;

In caso di prelievo

Si segue una procedura simile a quella del deposito, solo che al momento di scegliere il tipo di servizio si dovrà cliccare su Preleva. Quindi si segue la stessa procedura per la generazione del codice a barre, e una volta terminata la procedura il cassiere consegnerà la somma prelevata. Anche in questo caso dalla lista dei movimenti risulterà in modo quasi istantaneo.

Limiti e costi

Logicamente sia le operazioni di prelievo che quelle di deposito prevedono dei massimali e cioè:

Deposito
Prelievo
Importo massimo per operazione
max 999 euro
200 euro
Importo massimo ogni 24 ore
max 999 euro
900 euro
Importo minimo per operazione
min. 50 euro
n.p.

(Fonte: sito ufficiale Cash26 – Data: 29 luglio 2019)

Invece per quanto riguarda i costi questi non sono mai applicati per i prelievi (quindi sempre gratuiti) mentre per i depositi il costo dipende dall’importo da versare: se inferiore a 100 euro è gratuito; se superiore a 100 euro viene assoggettato a una commissione di 1,5%.