Carta ‘ibrida’ Roma Postepay: carta servizi o carta di debito?

Una Postepay molto speciale, che unisce il sistema di sconti di Bancoposta con una serie di condizioni agevolate frutto di convenzioni con Roma Capitale, è la Carta Roma. Anche nell’aspetto si presenta come una versione particolare della nota carta ricaricabile di Poste Italiane, avendo, oltre alla consueta banda magnetica ed al chip anche un codice a barre, impresso sul retro della card, che dovranno passare gli esercizi convenzionati per garantire gli sconti o in generale le condizioni riservate in accordo con il comune di Roma. Queste condizioni la rendono una soluzione ibrida, che assolve anche la funzione di “carta Servizi”.

Costi e condizioni

BancaPoste Italiane
Nome CartaCarta Roma Postepay
Canone annuo0,00 euro
Circuito di pagamentoVisa Electron

Carta Roma con o senza condizioni “agevolate”?

Esiste un’ulteriore livello di trattamenti agevolati, concentrati soprattutto sulle condizioni economiche e sui costi legati alla gestione della carta stessa (infatti trattandosi di una prepagata bisogna comunque considerare i costi di ricarica, emissione, ecc). Per coloro che hanno un Isee inferiore a 15 mila euro, sono previste delle agevolazioni proprio su queste voci di costo. Il possesso di un certificato Isee valido non è logicamente una condizione obbligatoria per poterne fare richiesta, ma è facoltativa (vedi anche Condizioni Postepay standard). Invece sono conditio sine qua non:

  • l’avere la maggiore età;
  • essere residenti nel territorio del comune di Roma e essere titolare di redditi da pensioni oppure di altre forme di trattamenti.

Si può essere altrimenti genitore, curatore o legale rappresentante di almeno un minore che abbia residenza sempre nel territorio di Roma capitale. La richiesta della carta Roma Postepay va fatta, compilando l’apposito modulo e allegando la documentazione richiesta, direttamente presso una delle agenzie delle Poste Italiane. Ma a differenza della Postepay classica il suo rilascio non avviene in modo contestuale alla richiesta, ma è soggetta a controllo prima e ad approvazione successivamente.

Condizioni e costi della carta Postepay Roma

Trattandosi di una ricaricabile è dotata di un plafond fisso massimo, che è pari a 10 mila euro. La carta non ha costi di emissione, né di blocco o un contributo in caso di sostituzione, od ancora di rinnovo a scadenza. Come costi fissi ci sono il canone di 0,50 euro mensili, quelli di ricarica (da 1 a 3 euro in linea con quelli previsti per le Postepay) e quelli di prelievo (da atm Postamat 1 euro, da atm in zona Ue extra atm postamat da 1,75 euro altrimenti 5 euro).

Il limite di utilizzo coincide con il saldo caricato sulla carta (quindi fino ad un massimo di 10 mila euro), mentre il limite di ricarica annua arriva a 50 mila euro. La versione riservata per indicatore isee inferiore a 15 mila euro, prevede l’azzeramento della commissione di ricarica di 1 euro se da ufficio postale, e il costo di 1 euro se il prelievo viene fatto da Atm postamat.

CaratteristicheCarta Roma Postepay
Canone annuo0,00 euro
Costo di emissione, rinnovo e blocco0,00 euro
Costo prelieviDa 1 a 5 euro (da 0 a 5 euro versione agevolata)
Limite utilizzoFino al consumo del plafond
Importo massimo ricaricabile10 mila euro
Plafond carta10 mila euro
Limite massimo ricariche annuali50 mila euro
Costo ricaricheda 1 a 3 euro (da 0 a 3 euro per la versione agevolata)

Ultimo aggiornamento: 11 ottobre, 2019