Regalare una Postepay New Gift: guida alla convenienza

Le carte gift hanno il vantaggio di lasciare liberi i titolari nella scelta del prodotto da acquistare od utilizzare anche se con il doppio limite della spesa di cui sono dotate, e dei brand che le hanno rilasciate (ad esempio Mediaworld, Auchan, Ryanair, ecc).

Di contro regalando la Postepay Newgift si regala di fatto una carta prepagata che può essere ricaricata, entro il suo plafond massimo (che va dai 999 euro ai 3000), tutte le volte che si vuole, e che può essere usata dove si vuole per fare acquisti online oppure presso gli esercizi commerciali che sono collegati al circuito postamat, od ancora usata per prelevare.

Scheda costi e condizioni

Nome cartaPostepay New Gift
Costo emissione7,00 euro
Costo di ricaricada 1 a 3 euro
Massimale annuo ricariche2500,00 euro
Plafond999,00 euro

Costo e caratteristiche: dalla versione anonima a quella evoluta

Trattandosi di una carta destinata ad un soggetto differente rispetto a colui che ne fa richiesta, viene rilasciata nella versione anonima. Tuttavia il possessore, soprattutto per aumentarne il plafond abbassando una serie di limitazioni che altrimenti la affliggono a causa dell’anonimato, può optare per la versione evoluta, che la rende a tutti gli effetti una postepay nominativa, e quindi assimilabile alla versione standard (vedi anche Postepay Twin).

Il costo da sostenere per la sua emissione è di 7 euro (anche nel caso in cui si dovesse scegliere la versione con paypass che tuttavia al momento è ristretta solo in alcune zone), ed è una tantum. Si può scegliere la versione A.S Roma, S.S.C Napoli o S.S. Lazio, ma il costo in questi casi è di 10 euro.

Il plafond massimo è di 999 euro, mentre l’ammontare massimo delle ricariche in un anno è di 2500 euro. Il limite di prelievo su base annua è di 1000 euro. Come ulteriori voci di costo vanno considerati quelli di ricarica e di prelievi. Inoltre la Postepay New Gift può essere usata per trasferire fondi da paypal (vedi Guida apertura conto Paypal), tramite associazione come qualsiasi altra prepagata.

Costi di ricarica e prelievo

Si va, per le ricariche, da un minimo di 1 euro (utilizzando un qualsiasi canale delle poste, quindi da ufficio postale, Atm postamat o portalettere), ad un massimo di 3 euro (se la ricarica avviene tramite carta di credito), con 2 euro invece richiesti da ricevitoria Sisal.

La parte dei prelievi è invece la meno conveniente, considerato che anche con prelievo da Atm delle poste si devono pagare commissioni di 1 euro a prelievo, che salgono a 1,75 euro se si tratta di banche in zona euro, e 5 euro extra euro.

Ultimo aggiornamento: 11 ottobre, 2019