Guida ai conti correnti di Fideuram: vantaggi e svantaggi

Banca Fideuram è nata come private banking, per cui si è sempre rivolta ad una clientela di un certo tipo (Premium), puntando sul ruolo dei consulenti e sulla personalizzazione dei prodotti. Questo approccio è rimasto quasi invariato con l’assorbimento da parte del gruppo Intesa SanPaolo, tranne che per l’inserimento di prodotti un po più “commerciali”, con abbassamento delle soglie dei capitali minimi necessari per poter ottenere i relativi vantaggi, ma senza abbandonare completamente l’approccio tipicamente elitario.

Dal punto di vista della sezione del conto corrente, Fideuram, prevede differenti condizioni, a seconda del livello di “ingresso” in termini di capitale richiesto, che va da soglie minime di 10 mila euro, fino al milione di euro.

Caratteristiche generali

A differenza delle banche tipicamente di tipo “retail”, non si può parlare di conti correnti di tipo “entry level” ovvero perfettamente gratuiti, anche nella sola versione online ed anche per le soglie di ingresso molto elevate.

Ciò è dovuto al fatto che a capitali maggiori, sono state riservate condizioni agevolate nei pagamenti (soprattutto tramite l’uso di bonifici scontati), per le carte di pagamento (con commissioni ridotte in alcuni casi al 2% per l’anticipo contante da carta di credito) e soprattutto per la parte degli investimenti, con commissioni ribassate per il trading e nessun costo per la gestione e il deposito dei titoli appoggiati sull’apposito conto. Per non rinunciare ad un piccolo spunto di personalizzazione, bisogna sempre passare attraverso il proprio consulente così da tarare l’offerta per poterla inserire in un quadro di esigenze, che si presume ben più complesso.

Il conto corrente è infatti un servizio necessario, ma sicuramente non il punto centrale dell’offerta di Fideuram, che punta chiaramente alla sezione degli investimenti. Ciò nonostante le opinioni sono complessivamente positive, specialmente per quei tentativi che hanno percorso una via di mezzo, come ad esempio il conto corrente Fideuram Plus IV. Rimane invece più di qualche perplessità per la scelta di non aver riservato nessun reale “plus” ai clienti titolari di grandi capitali, come una carta oro o platinum interamente gratuita.

Tipologie di conti offerti da Fideuram a consumatori e medie imprese

Tipo di conto
Capitale minimo
Canone
Internet banking
Spese annuali
Operazioni illimitate
Bancomat internazionale
Carta di credito
Fideuram basic
10.000 euro nuovi clienti, già clienti con richiesta
gratis
gratis
36 euro
si
gratis
29 euro
Fideuram Internet
Nuovi clienti: 10.000 euro o 20 mila euro in titoli; già clienti: rispettivamente 50 mila o 70 mila euro
gratis
gratis
0 euro
si
gratis
29 euro
Conto Fideuram
Nuovi clienti 10 mila euro, già clienti su richiesta
gratis
gratis
12 euro
si
gratis
29 euro
Upper Affluent e Cap-online
350 mila euro
gratis
gratis
2 euro (ma con sconto su bonifici e tasso creditore allo 0,05%)
si
gratis
29 euro
Conto Zero
10 mila euro
gratis
gratis
0 euro (bonifici scontati)
si
gratis
29 euro
Private Fideuram
1 milione di euro
gratis
gratis
12 euro (ulteriore sconto sui bonifici e tasso creditore pari all’euribor a 3 mesi)
si
gratis
29 euro
Plus IV
New cash 25 mila euro
gratis
gratis
12 euro
si
gratis
29 euro

Ultimo aggiornamento: 9 dicembre, 2015