Assicurazione infortuni autonomi e dipendenti: i requisiti che non possono mancare

Gli infortuni in ambito lavorativo o domestico possono accadere a tutti. Proprio per questo le principali assicurazioni offrono prodotti dedicati. Ma quali sono le situazioni ‘assicurabili’ ed a chi realmente convengono?

L’assicurazione infortuni ha lo scopo principale di proteggere i familiari del principale portatore di reddito, nel caso in cui, a causo di un infortunio, non fosse più in grado di lavorare per un periodo di tempo oppure in modo permanente.


Di norma le assicurazioni infortuni non coprono anche i casi di inabilità dal lavoro dovuti alla malattia. Per questa componente si devono stipulare le polizze sanitarie che hanno carattere più specifico. Molte compagnie di assicurazione permettono di stipulare l’assicurazione anche online, specialmente quando il prodotto è di base o ha carattere modulare (vedi anche Costo polizza infortuni conducente).

Quali “lavori” si possono “assicurare”?

Un’assicurazione sugli infortuni generalmente copre l’assicurato nel caso in cui l’incidente avvenga sul lavoro. Molte assicurazioni estendono questa possibilità anche al tempo libero (deve però essere specificatamente previsto nel contratto).

Attenzione: ci sono alcuni tipi di lavoro che non sono assicurabili per la maggior parte delle assicurazioni, ed alcune attività extra lavorative.

Quindi prima di firmare il contratto bisogna leggere con dovizia i casi di esclusione e le eventuali eccezioni, fermo restando che mano a mano che sale il rischio di un’attività, il premio tenderà ad essere più costoso. Le attività extra lavorative come sport estremi o professionali difficilmente troveranno compagnie disposte ad assicurarle, mentre i lavori domestici sono generalmente coperti.

A chi convengono?

I lavoratori dipendenti per l’infortunio parziale trovano copertura nei contratti di lavoro, per cui a questa categoria convengono le assicurazioni con invalidità permanente. Per i professionisti invece conviene sia la copertura parziale che totale.

Quali sono le condizioni minime?

Questo genere di assicurazione prevede il rimborso di un premio prefissato all’inizio del contratto, che sarà liquidato in caso di invalidità permanente superiore ad una percentuale indicata. Quindi si deve fare molta attenzione a quanto ammonterà questa percentuale.

Invece per la diaria giornaliera (normalmente per immobilizzazione e gesso) gli importi rimborsati devono essere scelti in funzione delle necessità reddituali che si hanno. Inutile quindi risparmiare sul premio per scegliere un importo troppo basso (come nel caso di una diaria inferiore ai 60 euro). Tali importi vengono ‘erogati’ per un periodo di tempo che non può eccedere il limite temporale anch’esso specificato a livello contrattuale (vedi anche Clausole assicurative).

Costi del premio

Ogni compagnia di assicurazione definisce gli importi in modo differente, in funzione di una serie di valori che determina in base a delle proprie classi e tabelle di rischio. Si deve quindi richiedere un preventivo obbligatoriamente personalizzato.

Esempi di prodotti assicurativi

  • Genialloyd prevede la possibilità di fare il preventivo online e presenta varie tipologie di assicurazione (con e senza diaria, fino al caso morte);
  • Metlife propone vari moduli, acquistabili anche on line, strutturati in modo da tutelare anche i figli con prodotti creati ad hoc.