Come funziona la carta Inps e a chi conviene?

Tra le alternative di carte di pagamento che Poste Italiane prevede nella propria offerta, c’è anche la Carta Inps, che altri non è che una carta di debito che permette di fare acquisti e prelievi, utilizzando le somme accreditate direttamente su di essa, dall’Inps, sfruttando la formula tipica delle ricaricabili.

Costi e condizioni

BancaPoste Italiane
Nome CartaInps Card
Canone annuo0,00 euro
Circuito di pagamentoMaestro, Postamat

Il circuito sul quale la card è abilitata è il Postamat insieme a Maestro e ciò permette di farne uso anche direttamente presso gli esercenti dove si acquistano i beni e di fare i prelievi non solo sugli Atm di Poste Italiane, ma presso qualsiasi sportello automatico bancario.

Gli importi erogati dall’Inps vengono accreditati direttamente sulla carta stessa, e questo rappresenta anche il suo principale vantaggio. Tra i pochi requisiti richiesti c’è quindi la coincidenza del nome del titolare della carta stessa con quella del titolare del trattamento Inps da accreditare

Caratteristiche e condizioni economiche

Se si è titolari di una qualsiasi forma di credito Inps (quindi pensione, e le altre forme previste) si può fare richiesta della carta Inps alle Poste (vedi anche Condizioni conto corrente Bancoposta). Questa viene rilasciata in modo gratuito, e non prevede alcun costo o canone di gestione annuale.

Per quanto riguarda le commissioni, in caso di utilizzo, le sole previste sono quelle di prelievo se viene effettuato presso Atm diversi dal circuito Postamat. Ci possono essere due situazioni (non bisogna infatti dimenticare che la carta è abilitata sul circuito Maestro e quindi utilizzabile anche all’estero): quella di prelievo su Atm non postamat in zona sepa (compresa l’Italia) con un costo di 1,75 euro a prelievo, e quella di prelievo al di fuori dei confini comunitari, con costo di 2,58 euro a prelievo.

I massimali della carta: limiti di prelievo e limiti di pagamento?

Così come avvenuto per le altre “postamat”, anche nel 2015, sono stati confermati i massimali degli anni precedenti. Nel caso specifico per la carta Inps il limite di prelievo da Postamat rimane di 600 euro al giorno e di 2500 euro al mese, valido anche nel caso vengano effettuati sul circuito Maestro. Invece per gli acquisti i limiti di spesa sono di 600 euro al giorno e 1600 euro al mese.

CaratteristicheCarta Inps
Canone annuo0,00 euro
Costo di emissione, rinnovo o blocco0,00 euro
Costo di prelievo Da 1 a 2,58 euro
Limite utilizzo600 al giorno e 1600 euro al mese
Limite prelievo600 euro al giorno 2500 euro al mese

Ultimo aggiornamento: 11 settembre, 2015