Investire alla Coop: prestito sociale e carte di credito

La Coop nel 2014 ha esteso la sua sezione di prestito sociale ad altre aree di investimento: promozione tasso più per i nuovi prestatori, conto deposito vincolato ma anche fondi di investimento, servizi assicurativi e carte di pagamento: una banca a tutti gli effetti?

Unicoop Firenze: conto deposito vincolato

Il prestito sociale della Unicoop firenze prevede un deposito libero al tasso fisso lordo dell’1,3% lordo con un tetto massimo di 35.000 euro. Inoltre per chi volesse vincolare a 18 mesi i propri risparmi, il tasso sale al 2,2% lordo con un minimo di 1.000 euro da versare.


Il rendimento sarebbe in linea con le attuali offerte dei conti deposito a 12 mesi (vedi anche Rendimenti bfp), ma attenzione ad una voce del regolamento: non è fisso per tutto il periodo del vincolo, può subire aumenti o diminuzioni, ma sarà sempre maggiore di quello applicato sul libretto. In caso di diminuzione il socio ha la facoltà entro 60 giorni di estinguere il conto, anche prima dei 18 mesi concordati.

Inoltre è previsto il rinnovo tacito, salvo invio disdetta scritta entro 30 giorni dalla scadenza. Regolamento decisamente troppo restrittivo, l’offerta non compete con i vari conti deposito.

Unicoop Tirreno e il tasso più!

Buona invece l’offerta di Unicoop Tirreno per i nuovi clienti o nuova liquidità per i vecchi. Il tasso base è dell’1% per gli importi fino a 5.000 euro, 1,25% da 5.001 euro fino a 15.000 euro, 2% da 15.001 fino a 25.000, 2,5% per la parte eccedente fino a 35.000 euro. L’incentivo tasso più prevede un incremento degli interessi per i vari scaglioni scaglioni rispettivamente dell’1%, 1,25%, 1,5%, 2%.

Ipoteticamente si potrebbe raggiungere il 4,5%! In più, per chi raggiungesse il tetto massimo di deposito, sarà riconosciuto un bonus di 2.000 punti fidelity. Non c’è alcun bollo da pagare, ma importante ricordarlo, nemmeno copertura Fitd. La promozione tasso più viene offerta anche da Unicoop Nord-est con tassi fino al 4,1%.

Coop Estense: obiettivo diventare una banca

Grazie alla collaborazione con Simgest, la cooperativa dispone di promotori finanziari a servizio del risparmiatore. Alcuni esempi fatti sul sito sono fondi di investimento e polizze di Unipol Assicurazioni sottoscrivibili direttamente nei punti vendita: Rc auto, abitazione e infortuni, ramo vita, piani previdenziali.

L’offerta si amplia con la Coop Card e Ri_Money; la prima per pagare la spesa, con addebito il 10 del mese successivo, un massimale mensile stabilito e nessun costo fisso annuale né commissioni di utilizzo! Ottima.

Ri_Money è invece una ricaricabile Visa, utilizzabile anche per gli acquisti su internet, con attivazione e ricariche gratuite per i soci prestatori. Ri Money è anche in versione conto, con codice Iban associato e circuito Mastercard, accredito stipendio e pensione gratis, disposizione bonifici a 1 euro su altre banche, domiciliazione utenze gratis, Internet banking e banca telefonica. E’ collegata direttamente al libretto, per poter fare trasferimenti di denaro comodamente.

Ci sono alcuni costi da sostenere: 5 euro di canone se non si hanno almeno 1.000 euro sul libretto, di estinzione e di smarrimento/deterioramento (5 euro). Si pagano 2 euro in caso di prelievo contante su atm banche e c’è un’imposta di bollo annuale.

Cosa teniamo buono per Coop estense? Sicuramente la carta Socio Coop per la spesa, buona anche la Ri Money ricaricabile, da valutare la carta conto, lasciando perdere tutti i servizi finanziari per i quali consigliamo di affidarsi a validi consulenti esterni e non a promotori interni di una società, per la quale fanno gli interessi.