Trasforma il libretto postale in Smart e aumenta il tasso di rendimento

I libretti postali presentano dei tassi molto bassi. Proprio per questo Bancoposta lancia Smart, caratterizzato da tassi promozionali. Ti spieghiamo di seguito le caratteristiche principali e le modalità d’apertura.

Il libretto postale Smart, è sempre un libretto di tipo nominativo ordinario, che usufruisce di un tasso promozionale molto più elevato rispetto a quello base, ma solo se vengono rispettate alcune condizioni.


Può essere ottenuto da coloro che sono titolari di libretti postali base che ne chiedono la trasformazione in un libretto postale Smart.

Tipo di Libretto Postale
Tasso base
Tasso premiale
Tasso sopra la soglia
Ritenuta fiscale
Nominativo ordinario Smart
0,01%
0,40% (attualmente promozione sospesa)
0,01%
26%

Data rilevazione tassi: 26 Gennaio 2016

Condizioni economiche

Il rendimento base proposto da Poste Italiane per questa tipologia di Libretto postale è pari allo 0,01% lordo. Come si evince dalla tabella è possibile godere di un tasso premiale dello 0,40% lordo (0,29% netto) fino al 31 Dicembre 2015 (quindi per il 2016 risulta sospesa): potranno accedere a questo rendimento tutti i nuovi clienti e risparmiatori già in possesso di un libretto ordinario che dal 30 Giungo 2015 sottoscriveranno il prodotto Libretto Smart.

In particolare i tassi riferiti ai libretti postali Smart possono essere suddivisi in:

  • Tasso base: applicato al termine di eventuali promozioni;
  • Tasso premiale: offre rendimenti più elevati rispetto a quello base per intervalli di tempo prestabiliti;
  • Tasso sopra la soglia: applicato alla liquidità versata in eccedenza sul libretto postale rispetto al limite di 2.000.000,00 euro.

Secondo quanto previsto dall’art. 3 comma 2 del decreto legislativo 66/2014 la ritenuta fiscale applicata agli interessi dei libretti postali è stata innalzata al 26% (in precedenza era pari al 20%).

Caratteristiche del libretto Smart

Si tratta di un libretto che prevede l’applicazione di un tasso promozionale, purché l’attivazione venga richiesta entro i termini stabiliti per l’adesione. Si tratta di promozioni che vengono periodicamente attivate, ma per le quali il tasso di interesse può subire delle variazioni in funzione con i rendimenti dei Bot e delle differenti emissioni.

Quindi anche chiedendo la trasformazione di un libretto base in un libretto Smart non cambia praticamente nulla se non il tasso di interesse applicato (se ci sono accrediti, o Buoni postali dematerializzati collegati, questi seguono il libretto esistente senza dover fare praticamente nulla, in modo automatico).

Requisiti per trasformare o ottenere un libretto postale Smart

Ci sono numerosi requisiti e il rispetto di alcune condizioni per poter ottenere il tasso promozionale del libretto Smart e cioè:

  • Libretto postale di base (con un saldo iniziale che deve essere pari ad almeno 1.000 euro);
  • Possesso o richiesta di una carta;
  • Attivazione del servizio RPOL (gestione online del libretto che consente anche l’acquisto del Buoni postali dematerializzati);
  • Versamento di un importo minimo mensile così come indicato nel contratto (generalmente le somme si aggirano intorno ai 300 euro);
  • Mantenimento del libretto postale Smart fino al termine dell’anno in corso (31 dicembre).

Per poter rispettare la condizione del “mantenimento” del libretto Smart, è necessario che alla scadenza sia mantenuto il 90% del saldo iniziale (si tiene conto di tutti i saldi di tutti i libretti postali dei quali si è eventualmente intestatari).

C’è da notare che le somme depositate mensilmente e l’importo versato inizialmente potranno essere utilizzati liberamente durante l’anno, con un impiego che non deve essere costante, ma in funzione delle proprie necessità. E’ sufficiente che al momento di considerare il saldo medio, tra quello iniziale e finale, si mantenga la suddetta condizione del 90%.