Miglior Internet Banking –Quali caratteristiche deve avere?

L’home banking ( la banca da casa ) offre indiscussi vantaggi, impensabili fino a pochi anni fa. Non ce ne rendiamo conto perché ormai ci siamo abituati alla comodità dei servizi via web, ma se qualche anno fa avessimo descritto l’home banking (vedi anche App Banking), sicuramente avremmo detto che era soltanto un sogno.

Prima di tutto non abbiamo più le tanto odiate file in banca, che ci facevano perdere ore e ore che avremmo potuto impiegare per altro. Poi, l’accesso al nostro conto corrente tramite un qualsiasi computer e da qualsiasi parte del mondo è davvero un sogno diventato realtà.

Questo ha reso possibile anche la diffusione del trading online, permettendo ad investitori e speculatori privati di guadagnare in borsa girando il mondo.

Non dimentichiamo i costi, sicuramente più bassi rispetto al banking tradizionale. Le banche online non hanno sportelli fisici, o ne hanno pochissimi nelle più grandi città. Questo significa meno spese per immobili e dipendenti, e questo loro beneficio viene trasferito anche sul correntista sottoforma di condizioni vantaggiose (vedi anche Corporate Banking Interbancario – Cbi).

Analisi hanno mostrato come i costi dell’home banking possano ridursi ad un decimo rispetto al banking tradizionale.
Le banche online possono permettersi anche tassi più alti, ed a volte, con quei tassi, il conto online viene visto anche come una forma di investimento.

E’ facile ricevere assistenza, basta il numero verde, un’e-mail, oppure la chat con degli operatori al nostro servizio.


Una volta, con i conti tradizionali, non era facile orientarsi per l’apertura di un conto, adesso con l’home banking è tutto più facile perché troviamo tutte le informazioni su internet, e possiamo facilmente mettere tutte le offerte a confronto.

Inoltre è possibile discutere via forum con altri clienti che usufruiscono già del servizio, dai quali possiamo apprendere ogni singolo vantaggio o svantaggio.

L’home banking in Italia è rimasto un po’ indietro rispetto agli altri paesi europei. Secondo alcune statistiche i correntisti italiani che accedono al proprio conto da casa sono soltanto il 13 % circa.
La causa è sicuramente la scarsa diffusione di internet tra alcune generazioni, per non parlare poi di quella dose di diffidenza che molti italiani hanno ancora per il web.

E’ soltanto questione di tempo, e l’home banking vedrà una crescita esponenziale: è un sistema veloce, trasparente, economico e sicuro per gestire le proprie finanze.