Conto Progetto – Spese, limiti e requisiti

La nascita della Banca Progetto, frutto dell’acquisizione da parte della Oaktree Capital Management L.P. della Banca Popolare Lecchese, ha portato ad una riorganizzazione della struttura societaria dell’istituto di credito lombardo, con una riduzione del numero delle sedi ed il lancio di servizi bancari molto specifici. Tra i prodotti di punta troviamo il Conto Progetto, che si è fatto notare fin dal suo lancio per i tassi creditori particolarmente elevati, capaci di far ingolosire tantissimi piccoli risparmiatori.

Ma ci troviamo davanti ad una banca sicura? I dati portano ad una risposta affermativa. Per quanto riguarda il bilancio approvato del 2016 è infatti risultato che: la raccolta diretta, al 31 dicembre 2016, è stata pari a 100,4 milioni di euro, in aumento rispetto al 31 dicembre dell’anno precedente del 47,6%, con una crescita pari a 32,4 milioni di euro in valore assoluto. (bilancio 2016 dal sito ufficiale). Sempre per quanto riguarda il 2016 il Cet era indicato pari al 15,3% (indagine Altroconsumo 21 ottobre 2016).

Costi e condizioni

BancaBanca Progetto
Nome ContoConto Progetto
Canone annuoGratis
Tasso creditore1,6%
Numero verde800 060 909

Data rilevazione: 8 Settembre 2017 – Fonte: Sito ufficiale Banca Progetto

Che cos’è?

Il Conto Progetto è un conto di deposito libero. A differenza dei conti deposito offerti senza vincoli, permette di ottenere un tasso piuttosto elevato, che è condizionato dall’andamento del mercato dei tassi ma anche dalle necessità di liquidità della stessa Banca. Al di là del tasso ‘alto’ si basa su un concetto di semplicità di gestione, sia pratica che sul fronte dei costi.

Come funziona?

Il Conto Progetto deve essere abbinato ad almeno un conto di appoggio che va indicato al momento della sua apertura. L’alimentazione del Conto Progetto può però avvenire anche da conti correnti differenti ma solo se rispettano una condizione: devono avere come intestatario la stessa persona che ha l’intestazione del Conto progetto stesso. Dato che questo può essere cointestato, anche i conti collegati dovranno rispettare la stessa co-titolarità.

Nel caso di apertura da parte di due intestatari si tratta di un rapporto a firma disgiunta, quindi ognuno opererà liberamente senza la necessità della firma dell’altro. Non ci sono problemi sulla sicurezza poiché come ogni altro conto è aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi fino a 100 mila euro per intestatario (quindi se è cointestato l’assicurazione va a 200 mila euro).

Complessivamente si può avere un solo Conto Progetto come unico intestatario con l’aggiunta di al massimo un altro conto come cointestatario.

Condizioni economiche, tassi e costi

L’apertura così come la chiusura o la gestione sono gratis. Inoltre per il 2017 Banca Progetto si fa carico dell’imposta di bollo a titolo promozionale. Il limite minimo della giacenza è di 1 euro mentre quello massimo è di 1 milione di euro. Non ci sono somme limitate per i trasferimenti, che non hanno nemmeno vincoli temporali. Il servizio di internet banking è obbligatorio ma è sempre gratuito e serve per poter spostare le somme sui conti collegati in base alla stessa titolarità. Il rendiconto è annuale e non prevede alcun contributo nemmeno a titolo di recupero spese.

L’apertura del rapporto può avvenire solo online, seguendo la procedura guidata a partire dall’apposita funzione “apri il conto sul sito”. Nel caso non si seguano tutte le procedure compresa quella di attivazione Banca Progetto provvederà in modo automatico alla chiusura del rapporto dopo 30 giorni (per evitarlo si dovrà mettere almeno 1 euro come giacenza).

Tasso di interesse

Il tasso, come già accennato all’inizio, cambia a seconda delle necessità della banca. Ad esempio a Settembre 2017 il tasso previsto è dell’1,6% lordo, mentre a inizio anno era del 2,5% per i primi tre mesi per poi andare a regime sempre all’1,6% (il tasso è lordo è calcolato su base annuale). Il calcolo delle competenze attive e la loro liquidazione viene invece effettuata con cadenza trimestrale in date fisse che sono: 31 marzo – 30 giugno – 30 settembre – 31 dicembre. Non è prevista la liquidazione anticipata degli interessi e non sono disponibili delle linee vincolate.

Modalità di apertura e requisiti necessari

Esiste un unico requisito che è quello, già più volte evidenziato, della titolarità di almeno un conto corrente. Il relativo Iban va inserito in fase di registrazione per cui si deve tenere a portata di mano. Da un punto di vista operativo l’apertura del Conto progetto viene effettuata seguendo alcuni semplici passaggi che nel particolare sono:

  • 1- Clicca sul pulsante rosso Attivalo Subito;
  • 2- Scegli a chi vuoi intestare il Conto Progetto (solo a te o con un co-intestatario). Nel secondo caso servono i documenti di riconoscimento e il codice fiscale di entrambi;
  • 3- tieni sotto mano: il documento di identità non scaduto, il codice fiscale o la tessera sanitaria, l’Iban (in caso di cointestazione l’Iban dovrà essere di un conto ugualmente cointestato con la stessa persona);
  • 4- inserisci un numero di telefono cellulare che usi (serve per le comunicazioni con la banca) e un indirizzo email attivo;
  • 5- segui la procedura guidata compilando tutti gli spazi obbligatori;
  • 6- invia la copia dei documenti.

Se si ha il bisogno di avere chiarimenti o informazioni è a disposizione il numero verde 800060909 che è attivo con risposta da operatori nei seguenti giorni e orari:

  • dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 22;
  • il sabato orario ridotto dalle 8 alle ore 14.

Conclusioni

La banca rilevata faceva parte del gruppo di Banca Etruria, ma la solidità di chi l’ha acquisita non fa temere per l’aspetto della sicurezza. Di contro le opinioni non possono essere apertamente positive per la tempistica. Anche se si tratta di un conto deposito libero, i tempi di riaccredito sul conto di appoggio delle somme richieste sono infatti piuttosto lunghi, nella maggior parte dei casi superiori al mese (per la precisione si tratta di 32 giorni, considerando circa 26 giorni lavorativi).

Ultimo aggiornamento: 18 settembre, 2017