MeglioBanca – Conviene più di Mediolanum o Fineco?

Le certezze di qualche anno fa hanno perso la propria solidità, ed oggi non si ha più la possibilità di poter affermare che il miglior conto corrente è quello online, molto funzionale e pratico ma senza alcuna remunerazione (come avveniva con quelli Mediolanum o Fineco), rispetto ai conti correnti che funzionano anche da conto deposito (come avviene oggi ad esempio con il conto di Widiba).

Infatti sembra essere soprattutto quest’ultimo orientamento a convincere maggiormente gli utenti, soprattutto perché si sta dimostrando il più capace a garantire semplicità di uso, massima praticità, e maggiore controllo dei risparmi non dovendo inseguire vari rapporti bancari, spesso aperti con differenti Istituti di credito.

Non a caso, anche una realtà bancaria piccola come la Banca Popolare del Frusinate ha lanciato una banca virtuale, MeglioBanca, che punta su soli tre prodotti e/o servizi:

  • quello del conto corrente vero e proprio, che costituisce anche la base e l’essenza dei vari servizi;
  • il “conto deposito” che garantisce la remunerazione delle giacenze;
  • la carta di pagamento a debito che solleva dal peso di costi fissi ricorrenti.

Per quanto riguarda il conto, chiaramente online, l’apertura deve essere fatta in modo telematico, seguendo la procedura guidata.

Conto deposito o conto corrente: quale è la vera natura della banca online della Popolare del Frusinate?

In modo molto semplice, il conto corrente di MeglioBanca può essere definito come un conto corrente light ad alta remunerazione. Quindi da una parte troviamo la particolarità di poter contare su una remunerazione (ovviamente modesta nella versione libera e al di fuori di promozioni), mentre dall’altra non dobbiamo fare nostro il sacrificio di elevati costi di gestione del conto stesso: internet banking e canone mensile di gestione sono sempre gratis.

Le operazioni previste sono illimitate e in più non sono applicate commissioni di liquidazione delle competenze trimestrali o di estratto conto se si mantiene l’opzione di base che prevede l’invio non cartaceo.

Come specificato dallo stesso foglio informativo però questo conto corrente è a pacchetto, il che significa che comprende anche altri servizi. Questi sono essenzialmente due ovvero il conto deposito e il bancomat. Come conto corrente non rientra tra quelli di “base” ma offre una gamma di servizi di pagamento completi (compresa la domiciliazione delle utenze gratis, e le imposte come ad esempio gli F24 e i Mav) e ottime condizioni anche per i trasferimenti (compresi i bonifici che sono gratuiti se effettuati all’interno dell’area Sepa).

Sono previste delle operazioni a pagamento, che generalmente si discostano da un uso e un’essenza puramente digitale, come ad esempio:

L’estratto conto cartaceo (che è solo su richiesta)Pari a 4 euro
Sms informativiPari a 20 centesimi cad

Gli sms informativi non vanno confusi con quelli di “sicurezza” che invece sono sempre gratuiti.

Come accennato questo conto di MeglioBanca garantisce una certa remunerazione, senza fare assolutamente nulla per i primi 3 mesi dall’apertura: le giacenze matureranno con un tasso di interesse dello 0,25%. Se poi si dispone anche l’accredito dello stipendio, allora il tasso attivo rimane e continuerà anche dal quarto mese in poi. Se invece non si dispone l’accredito dello stipendio, dal quarto mese in poi la remunerazione diventa pari a zero.

Conto corrente o conto deposito?

Tuttavia questo funzionamento, assimilabile a quello di un conto deposito non vincolato, non trasforma il conto corrente in un conto deposito propriamente detto, soprattutto in funzione dei tassi attuali. Per poter parlare del prodotto come “conto deposito” dobbiamo considerare allora le varie linee vincolate.

Prima di vederne la convenienza, non possiamo non sottolineare che in pratica non costituisce una reale novità: questo tipo di prodotto infatti è stato lanciato da Widiba, che continua a mantenere un approccio più generoso rispetto a quello utilizzato dalle altre banche e MeglioBanca non fa alcuna eccezione.

Se invece consideriamo prodotti passati che erano considerati i conti online ad alta remunerazione, non si può fare un paragone diretto con quelli di Mediolanum e Fineco che sfruttavano i sistemi di doppia giacenza e franchigia per il calcolo degli interessi che sarebbero stati effettivamente liquidati.

Quanto rende il conto deposito?

Per aumentare la remunerazione del conto MeglioBanca, senza dover spostare le giacenze dal conto corrente, non si deve far altro che attivare i vari vincoli. La scelta potrà essere tra il vincolo minimo che è pari a 3 mesi, oppure a salire si potrà scegliere anche il 6 mesi, 12 mesi, 18 mesi, 26 mesi e infine la massima durata fissata a 36 mesi.

Ovviamente il tasso di interesse sarà crescente e per semplicità nella tabella seguente abbiamo riportato il tasso lordo applicato per ciascuna linea vincolata:

Opzione della linea di vincoloRendimento
3 mesi0,55%
6 mesi0,65%
12 mesi0,85%
18 mesi1,05%
24 mesi1,25%
36 mesi1,45%

Importo minimo e modalità di vincolo

La scelta del vincolo deve essere fatta solamente tramite internet banking. E’ possibile svincolare in modo anticipato il vincolo, ma bisogna considerare che:

  • la richiesta va fatta almeno 33 giorni prima dello svincolo;
  • gli interessi maturati vengono perduti, in quanto sarà applicato un tasso praticamente nullo (ovvero pari a 0,05%).

Tra gli aspetti positivi troviamo invece che:

  • l’importo minimo vincolabile è di 1000 euro;
  • non sono previste limitazioni sul numero di vincoli via via attivabili.

Carte di pagamento

Il maggior limite di MeglioBanca lo troviamo proprio per la scarsa scelta che si ha con le carte di pagamento. Non è previsto il rilascio della carta di credito, non è contemplata la richiesta della carta prepagata ricaricabile, e quindi come unica opzione troviamo quella del bancomat. Di positivo c’è sempre il fatto che non c’è un canone fisso né mensile e né annuale.

Questo bancomat, che rientra nel segmento di quelli “medi” per plafond e possibilità di uso, è funzionante sul circuito Maestro (oltre che bancomat e Pagobancomat) quindi può essere usata senza problemi anche all’estero, a costi non eccessivamente elevati. Infatti mentre i prelievi in Italia sono gratuiti (sia su Atm del gruppo che extra gruppo), per quelli all’estero si deve sostenere un costo fisso di 1,25 euro, più una commissione del 2% per il cambio valuta (ovviamente applicato solo al di fuori della zona Ue).

Il massimale giornaliero è di 250 euro per i prelievi, mentre quello mensile è di 1500 euro. Per i pagamenti sia quello mensile che quello giornaliero è di 1500 euro. Rimane estraneo il massimale mensile di Fastpay che è pari a 100 euro.

Conclusioni

Opinioni positive provengono soprattutto dall’iniziativa che una piccola banca ha avuto nel lanciare un conto online tutto sommato completo e competitivo. Tuttavia se si sta cercando un prodotto con delle caratteristiche simili, sia per funzionalità che completezza, allora è meglio spostare l’attenzione su conto Widiba o anche quello di WeBank.

Ultimo aggiornamento: 6 giugno, 2019