Postamat click: la carta di debito ‘evoluta’ Bancoposta

Associata al conto corrente Bancoposta Click c’è la specifica versione Postamat Click, che è gratuita, ovvero non prevede costi di rilascio o di gestione annuale. Rispetto ad altre versioni della Postamat questa è emessa sul circuito Mastercard, come altri sistemi di pagamento a debito (ovvero bancomat) evoluti, che permettono quindi di effettuare gli acquisti online tramite di essa. Ma attenzione, poiché anche se può essere usata per fare i pagamenti online, non è una carta di credito!

Costi e condizioni

BancaPoste Italiane
Nome CartaPostamat Bancoposta Click
Canone annuo0,00 euro
Circuito di pagamentoMastercard

Caratteristiche della versione Click della Postamat

La Postamat Bancoposta Click viene rilasciata automaticamente al momento di apertura dell’omonimo conto corrente, senza quindi doverne fare richiesta. Il funzionamento è uguale a quello di qualsiasi bancomat dotato anche di tecnologia contactless, permettendo di fare acquisti presso esercizi convenzionati con Mastercard (quindi in Italia e all’estero ed anche online), oppure prelievi, o effettuare controlli tramite atm postamat o anche semplicemente effettuare delle ricariche telefoniche, ecc. Per l’uso online è necessario, per una maggior tutela, registrarsi al sistema Mastercard secure code (procedura che è completamente sicura e gratuita).

Condizioni economiche

I prelievi fatti su postamat, e i pagamenti fatti presso gli esercenti non prevedono alcuna commissione, prevista invece per i prelievi fatti su atm di banche. Nel caso di sportelli automatici ubicati in Italia oppure nella zona sepa allora la commissione è pari a 1,75 euro a prelievo, mentre al di fuori di essa è fissata a 2,58 euro.

In caso di furto o smarrimento della carta, la richiesta di blocco non ha alcun costo (vedi anche Cosa fare in caso di furto o clonazione carta di credito), mentre la sua sostituzione prevede un contributo di 5 euro. Non c’è nessun limite di prelievo nel caso questo venga effettuato da sportello postale, altrimenti da sportello automatico si ha quello di 600 euro giornalieri e 2500 euro mensili.

Invece il limite di spesa è pari a 1500 al giorno e 3500 al mese, che scendono a 1200 euro al giorno e 3000 euro al mese nel caso di uso di tecnologia NFC. Ovviamente sia i prelievi che i pagamenti, trattandosi di una carta di debito (che quindi permette di effettuare le operazioni fin tanto che c’è copertura di riserva di denaro sul conto), vedono questi come limiti massimi, oppure inferiori fino al raggiungimento delle soglie di liquidità realmente disponibili sul conto (con o senza fido).

Ultimo aggiornamento: 11 settembre, 2015