Assicurazione professionale obbligatoria – Convengono le convenzioni

Le assicurazioni professionali sono divenute obbligatorie da pochi anni. Ma rappresentano un’opportunità volta a proteggere le finanze di categorie sempre più spesso coinvolte in contenziosi giudiziari.

La legge nr.148 del 2011 ha introdotto l’obbligo di stipula di un’assicurazione da parte dei professionisti nello svolgimento delle proprie attività. Ci sono voluti però circa due anni (agosto 2013) perché l’obbligo venisse formalizzato e divenisse reale per la maggioranza delle professioni che prevedono l’appartenenza ad un ordine (ad eccezione di alcune categorie come i Medici della Pubblica Sanità e i Giornalisti).


Ad esempio l’assicurazione professionale è di fatto obbligatoria per:

  • Commercialisti, revisori legali e consulenti del lavoro;
  • Amministratori condominiali (vedi anche Conto corrente condominiale senza spese);
  • Ingegneri;
  • Geometri;
  • Architetti;
  • Mediatori creditizi e agenti in attività finanziaria;
  • Agenti di commercio e immobiliari.

Come scegliere la migliore assicurazione?

Al di là dell’obbligatorietà, la maggioranza delle compagnie di assicurazione propone pacchetti personalizzati e ‘misurati’ sul tipo di professione e conseguente rischio che ne può derivare (ad esempio da consulenza, da “intervento”, ecc). In molti casi le compagnie assicurative hanno stipulato convenzioni con alcuni ordini, creando prodotti più specifici ed a costi meno elevati. Ad esempio c’è la Assimedici e la Aig in convenzione con la Cnpadc, o la Marsh per i geometri.

Esistono comunque coperture specifiche per tutte le professioni, per garantire una copertura strutturata e completa al titolare dell’attività o al libero professionista, e alla sua attività (ad esempio l’ufficio, lo studio, ecc).

Costi e tariffe

Le condizioni più convenienti provengono come accennato dalle convenzioni, per cui è buona consuetudine partire proprio da esse. Ad esempio, con Assimedici si hanno costi a partire da poche decine di euro all’anno per la rc di base, ma con possibilità di modulare il premio e la copertura anche in funzione al tipo di rischio collegato all’attività svolta (estetica, chirurgia, medicina generale, ecc). Con la Marsh dei Geometri si parte da 130 euro.

Rimane comunque indispensabile farsi fare un preventivo personalizzato e valutare in funzione non solo del costo, quanto del grado di tutela di cui si ha realmente bisogno.

Esempi di assicurazioni

  • Zurich offre tantissimi prodotti: professioni sanitarie, farmacisti, amministratori, consulenti, avvocati e commercialisti, geometri, architetti, ingegneri, ecc;
  • Generali offre un’ampia gamma di prodotti, modulari e personalizzabili a seconda della categoria e professione o ordine di appartenenza.