Assicurazione viaggio: come fare la scelta giusta?

La gamma dei vari prodotti inclusi nella tipologia “assicurazione viaggio” è nata per offrire tutela per gli inconvenienti che possono capitare appunto durante un viaggio, ovvero quando si è lontani dalla propria casa e si è quindi più vulnerabili a fronte di alcuni imprevisti.

Obbligatoria o facoltativa?

E’ innanzitutto da sottolineare come l’assicurazione viaggio viene fatta sottoscrivere obbligatoriamente quando si acquista un pacchetto vacanza o un viaggio da un’agenzia. Questi prodotti sono creati ad hoc, per tutelare sia l’agenzia (o il tour operator) che il viaggiatore, a fronte di imprevisti connessi sia all’itinerario che ai mezzi che saranno usati durante il viaggio. Tra gli inconvenienti più comuni ad esempio troviamo la cancellazione di un volo, problemi metereologici con cambi di programma, perdita di documenti, ecc.

In alcuni casi è compresa anche una parte assicurativa che va a coprire le problematiche sanitarie. Questa tipologia di copertura è comunque generalmente facoltativa (cioè rimessa alla libera scelta del viaggiatore). Di contro in molte nazioni come gli Usa, ma anche vari Paesi dell’america latina o il Giappone nei fatti diventa obbligatoria, considerato che in questi Paesi le cure sanitarie sono molto costose.

Le varie assicurazioni viaggio sono comunque da valutare anche se si hanno altre mete rispetto agli esempi precedenti e nel caso di vacanze ‘non organizzate’. Bisogna infatti partire dal presupposto che pagando generalmente solo qualche decina di euro si potrà contare su una valida assistenza (la cui tipologia dipenderà dall’assicurazione ma anche dalla compagnia scelta) in molti casi fondamentale quando lontano dal propria città od ancora quando si va all’estero.

Come scegliere tra le varie assicurazioni?

La scelta di un’assicurazione, indipendentemente se si tratta di un’assicurazione auto, sanitaria o viaggio, deve partire sempre dalla valutazione del tipo di copertura della quale si ha realmente bisogno. Ad esempio se dobbiamo andare negli Usa sarà importante scegliere una copertura sanitaria completa con elevati massimali, mentre si potrà risparmiare sull’assistenza per il cambio di volo, il noleggio di auto per gli spostamenti, o la priorità nella prenotazione di alberghi. Questo perché si tratta di un paese dove c’è ampia scelta per la qualità dei servizi di trasporto e per le strutture ricettive. Di contro, come già accennato, dal punto di vista sanitario si va incontro a costi esorbitanti anche per interventi minimi trattati in un pronto soccorso.

Invece se si va in un Paese come il Giappone, dove la qualità dei servizi ha standard molto elevati, oltre alla copertura sanitaria si dovrebbe considerare anche quella su priorità di prenotazione e disponibilità di un concierge per risolvere problematiche logistiche specifiche. Quindi se da una parte non esiste una ricetta per la scelta dell’assicurazione viaggio migliore, partendo dal tipo di necessità e problematiche da risolvere durante il viaggio, si potrà arrivare alla soluzione più adatta.

N.B. Soprattutto se la meta è all’estero è inoltre preferibile scegliere massimali più alti, spendendo qualche decina di euro in più.

Esempi di polizze dedicate ai viaggiatori

Alcune compagnie di assicurazione vantano una lunga storia nell’ambito delle assicurazioni viaggi, mentre altre hanno una storia più recente. Vediamo insieme alcuni esempi:

Allianz

Tra le compagnie storiche troviamo sicuramente la Allianz Global Insurance. Nel corso del tempo ha messo a punto varie tipologie di coperture assicurative (approfondimento: Polizza vita), da quelle dedicate agli studenti ‘fuori sede’ a quelle che mirano solo alla tutela in caso di cancellazione di un viaggio prenotato. Le varie proposte sono riassumibili in:

  • Travel care: coperture sanitarie illimitate che coprono per viaggi di 45 giorni. Il costo parte da 15 euro;
  • Travel business: copertura per le necessità di chi viaggia per lavoro, con un costo che parte da 35 euro;
  • Travel strip: copertura sanitaria per gli studenti, con durata fino a 180 giorni ed un costo che parte da 45 euro;
  • Travel care annuale: copertura sanitaria per viaggi durante tutto l’anno, con un costo che parte da 200 euro. Ogni viaggio sarà coperto per una durata di 35 giorni (poi ci dovrà essere rientro e successiva ripartenza, ma senza ulteriori limitazioni);
  • Travel long stay: copertura pensata per chi fa viaggi che superano i 45 giorni fino ad un massimo di 100 giorni in un anno. Il costo parte da 165 euro;
  • Travel cancel: copertura delle penale di cancellazione di un viaggio prenotato. Il costo è pari al 5% del prezzo o spesa;
  • Travel Fly: assicurazione infortuni in volo. Il costo parte da 5,5 euro;
  • Travel Ski: personalizzabile e a copertura degli infortuni e imprevisti sulla neve;
  • Eurocity weekend: da 12,5 euro per gli imprevisti sui viaggi di week end con mete europee.

Per conoscere il reale costo bisogna farsi calcolare un preventivo personalizzato (gratuito e senza impegno) usando il tool online oppure chiamando il numero 800 408 804 nei giorni Lun-Ven 08:30 – 20:00, mentre il Sab 08:30 – 14:00.

(Fonte: sito ufficiale Allianz – Link fogli informativi – Data: 11 settembre 2018)

Columbus

La Columbus offre assicurazioni viaggio per singoli oppure per comitive con possibilità di partire da una base comune alle varie proposte per poi arricchirne le tutele. La base è la copertura delle spese sanitarie illimitate. Le alternative per 10 giorni di copertura sono:

  • solo assistenza sanitaria: da 44.87 euro
  • assistenza sanitaria più bagaglio fino a 1500 euro: da 56.08 euro;
  • assistenza sanitaria, più bagaglio fino a 2000 euro più cancellazione del viaggio fino a 2 mila euro: 75,53 euro.

Questi sono degli esempi ‘standard’ ma ovviamente bisogna farsi fare un preventivo personalizzato, considerate le tabelle applicate in modo differente anche a seconda del numero di viaggiatori assicurati. Il preventivo può essere fatto con il tool online oppure si può chiamare il numero verde 800 986 782.

(Fonte: sito ufficiale Columbus Assicurazioni – Link foglio informativo – Data: 11 settembre 2018)

Axa

Questa compagnia si è organizzata con tre tipi di proposte specifiche e cioè:

  • la copertura sanitaria per ottenere il permesso di soggiorno nell’area Schengen;
  • la polizza annuale;
  • quella a viaggio singolo.

Per quest’ultima soluzione sono previsti tre ulteriori tipi di copertura suddivisi in:

  • base: solo coperture spese mediche fino a 100 mila euro (da 3,30 euro);
  • media: spese sanitarie fino a 100 mila euro e assicurazione bagaglio fino a 750 euro (da 3,96 euro);
  • totale: comprende spese mediche fino a 3 milioni di euro, bagaglio fino a 1000 euro, Responsabilità Civile fino a 150.000 euro, infortuni fino a 100 mila euro e ritardo aereo fino a 150 euro (costo da 5,16 euro).

Per preventivi si può usare il tool sul sito oppure si può chiamare il numero (+39) 06 42 115 712 con risposta da operatore dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00.

(Fonte: sito ufficiale AXA Assicurazioni – Link foglio informativo – Data: 11 settembre 2018)