Desideri acquistare un Iphone o uno Smartphone di ultima generazione ? Scopri come risparmiare con un abbonamento abbinato al miglior conto corrente

Scopri la convenienza di pagare l’abbonamento con un conto bancoposta, carte di credito e prepagate con iban.

Tra le offerte più interessanti che i principali provider stanno proponendo attualmente sul mercato ci sono quelle che permettono di entrare in possesso di un cellulare, tra gli ultimi modelli disponibili, e di pagare un canone mensile fisso, che comprende tutte le voci di costo quali traffico voce, sms e traffico dati.

Ovviamente le scelte sono molteplici, ma generalmente cambia il numero di minuti dato a disposizione per quanto riguarda il traffico voce e il numero di sms compresi, mentre per il traffico dati si possono trovare sia gestori che una volta superati i Gb compresi fanno pagare quelli in più usati, oppure gestori che permettono di proseguire la navigazione a una velocità ridotta.

Al di là delle considerazioni sulla convenienza delle offerte (e gli smartphone proposti), la valutazione deve tener presente anche i costi da sostenere a livello bancario.

Senza l’obbligo di un conto corrente bancario o postale o di una carta di credito è possibile?

Per permettere ai propri utenti l’accesso a questo genere di offerte, i vari gestori non creano alcun problema nel caso in cui si scelga di appoggiare il costo mensile su carta di credito. Ovviamente non c’è nessuna difficoltà per coloro che sono già titolari di una carta di credito (specialmente se del circuito visa o MasterCard), in quanto, usando la carta per le altre spese, non bisogna conteggiare anche il relativo canone annuale tra il costo complessivo da sostenere per usufruire di questo servizio.

Ma chi non ha carta di credito come deve fare? A riguardo bisogna considerare che i requisiti necessari per il rilascio della carta di credito non sono uguali per tutte le banche: alcune si accontentano dell’accredito bancario o, in alternativa, del raggiungimento di determinati livelli di giacenza. Come altra soluzione ci si può rivolgere alle società (come le finanziarie) specializzate nell’emissione di carte revolving, che richiedono dei requisiti meno complessi da raggiungere. Ovviamente entrambi i tipi di soluzione richiedono obbligatoriamente il possesso di un conto corrente.

La carta con iban come alternativa al conto corrente in caso di addebito con Rid

La maggior parte (ma non tutti) i gestori di telefonia prevedono anche la possibilità di attivare il servizio in abbonamento con l’autorizzazione ad appoggiare una rid sul proprio conto corrente. Questa soluzione, grazie al possesso di una carta conto, permette di superare anche la necessità di aprire un conto corrente vero e proprio, qualora non si volesse averlo.

Basta infatti richiedere una carta conto con Iban, sulla quale sarà possibile far addebitare la rid, accertandosi di avere mensilmente la disponibilità a copertura dei costi. Per questa ragione bisogna orientare la scelta su quelle carte conto che permettano di addebitare le rid, con costi molto bassi o praticamente nulli.

Esempi di carte conto

  • Inmediolanum è la carta conto con iban di banca Mediolanum, che permette una completa operatività al costo mensile di 1 euro, ed è personalizzabile con la propria foto;
  • Conto Tascabile di Chebanca!, che al costo di 1 euro di canone al mese, permette di fare ogni operazione tipica di un conto corrente, ed è personalizzabile nei colori;
  • Con Genius card di Unicredit si hanno gli stessi servizi, e con l’accredito di 500 euro mensili il canone è solo di 1 euro la mese.

Smartphone a rate senza abbonamento

Se hai intenzione di acquistare a rate uno smartphone ma non vuoi stipulare un abbonamento con il tuo operatore (magari perché non hai una carta di credito), puoi valutare il servizio Pagodil.
Rivolgendosi ai negozi convenzionati con Cofidis (praticamente quasi tutti i principali store in Italia) è possibile usufruire del servizio di dilazione di pagamento utilizzando un semplice bancomat abilitato.

E’ bene specificare che Pagodil non è un finanziamento, ma una semplice dilazione: questo significa che alla rateizzazione non sarà applicato alcun costo. Ad esempio se si acquista uno smartphone da 200 euro scegliendo dilazionare il pagamento in 20 mesi, la rata risulterà di importo pari a 10 euro.

Per accedere a questo servizio è necessario presentarsi alla cassa del negozio munito di apposito bancomat evoluto. Ecco un esempio di conti online gratuiti che offrono sempre gratis la carta di debito bancomat.


La dilazione offerta dall’esercente è subordinata all’approvazione del servizio PAGODIL da parte di Cofidis S.p.A.