Conti demo per opzioni binarie: sono davvero gratis?

Uno degli aspetti che si tende a valutare nella scelta di un broker è quella della presenza di un conto demo. Ma per quanto riguarda le opzioni binarie il ‘trading demo’ è davvero utile? Quali sono i vari tipi di conto?

Dare una risposta sui vantaggi associabili ad un conto demo (vedi Piattaforma trading demo), è molto semplice a livello intuitivo, ma di fondo si tratta di un discorso un po più complesso, in quanto il valore aggiunto offerto dalla sperimentazione di una piattaforma, o dalla possibilità di poter affinare o valutare la validità di una determinata strategia, perdono il loro valore se non si tiene conto dello stretto rapporto che esiste con la piattaforma con cui poi si effettuerà il trading in opzioni a livello operativo.

Questo perché ciascun broker propone interfacce, servizi accessori, e tipi di opzioni differenti, oltre che tempi e ritorni economici “garantiti”, il che vale tanto per le scelte di conti trading demo con opzioni binarie che per altre tipologie di assets e strumenti finanziari.

Come richiedere un conto demo

Plus500

Nell’ambito delle opzioni binarie, riuscire a trovare broker che propongono conti demo veri e propri è molto difficile, data la natura pratica di questo tipo di investimento. Nei pochi casi in cui viene concessa la possibilità di usufruire di un conto demo, bisogna comunque procedere alla registrazione, poi effettuare un deposito, e quindi fare richiesta di apertura della versione demo “gratis” al proprio account manager (un iter ad esempio seguito da 24 option).

Quindi la prima cosa da fare, se si ha un interesse verso un broker è quella di contattare il servizio clienti e vedere se c’è la possibilità di ottenere un conto demo, anche su richiesta ed i requisiti minimi per usufruirne. Difficilmente i conti demo sono illimitati (o per dotazione o per tempi in cui si può usarli).

Il valore aggiunto dell’account demo in opzioni binarie?

Il trading in opzioni binarie ha riscontrato un grande successo, per una serie di fattori, tra cui la semplicità di funzionamento delle stesse strategie di utilizzare, condizionate esclusivamente dal tipo di opzione su cui concentrarsi, con una scelta comunque abbastanza ridotta. Da qui si comprende che la necessità di sfruttare un servizio di trading demo non è considerato fondamentale, e ciò non fa dei broker che non ne prevedono un accesso comune a tutti i clienti, degli intermediari di minor spessore.

E’ infatti necessario guardare ad altri aspetti ben più rilevanti come la regolamentazione, tipi di opzioni, ritorno dell’investimento, percentuali di guadagno, assets, assistenza, rollover, ecc.

Meglio i bonus?

Proprio nell’ottica di una ridotta utilità dei conti demo (soprattutto senza deposito), alcuni noti ed importanti broker, come Topoption o Optiontime, preferiscono puntare sui bonus, più liberamente gestibili e con importi interessanti.