Conto corrente vs carte conto: Genius Card è davvero un’alternativa?

Genius card è una carta prepagata ricaricabile con Iban italiano che offre alcune delle funzionalità tipiche di un conto corrente tradizionale, come la possibilità di fare o ricevere bonifici, pagare le tasse o effettuare la domiciliazione delle utenze. Ma può realmente questa carta conto MasterCard proposta da UniCredit essere una degna sostituta di un conto corrente canonico?

Genius Card è una carta conto e quindi consente di svolgere tutta una serie di operazioni bancarie previste per un normale conto corrente. Non offre solo servizi di base di una normale prepagata (come ad esempio la Postepay), ma un’operatività più completa. Tuttavia ci sono delle rinunce da compiere, come per esempio l’assenza di una carta di credito e dell’uso degli assegni.

carta prepagata con iban Genius Card di UniCredit
In ogni caso per poter decidere se sia meglio diventare titolari della Genius Card o di un normale conto corrente (che potrebbe essere ad esempio quello online proposto da UniCredit My Genius), bisogna basarsi sulla tipologia di servizi di cui si ha effettivamente bisogno, fermo restando che per un giovane, di età inferiore ai 30 anni, la Genius card è completamente senza canone (vedi Condizioni Carta conto UniCredit). In più se non si è under 30 anni, scegliendo la versione Genius buddy sempre di UniCredit il canone è sempre pari a zero, con caratteristiche in linea con la sola ‘Genius card’. Detto questo però sappiamo che i costi non sono tutto per poter fare una scelta consapevole.

Indice articolo

Caratteristiche e servizi della Genius Card: come un vero conto corrente in tasca?

La Carta Genius è una prepagata ricaricabile appartenente al circuito Mastercard, per cui può essere usata per prelevare contanti ed effettuare pagamenti in sicurezza in italia ed all’estero. Il canone mensile è di 2 euro, e permette di fare alcune operazioni tipiche di un conto corrente come la possibilità di accredito dello stipendio o borse di studio. Alcune funzionalità rispetto al tradizionale conto corrente sono precluse come già detto ( non sarà possibile associare un libretto di assegni e richiedere una carta di credito) e non c’è la possibilità di andare in ‘rosso’.

Può comunque essere usata per pagare le SDD x rid, , le utenze, per fare ricariche telefoniche, pagare mav, rav e f24 (anche bonifici sia online che presso le filiale UniCredit). Nella sezione dei bonifici sono disponibili anche quelli in versione “ristrutturazione”. I pagamenti sono sicuri, sia nei negozi che online, ed è possibile fare i pagamenti anche in modalità contactless.

Non essendo un conto corrente non sono previste le spese di liquidazione competenze, non ci sono comunicazioni periodiche, il saldo e i movimenti sono controllabili comodamente online. Quindi se non si ha bisogno di una carta di credito, non si desidera un normale conto corrente (soprattutto ottica di un’ipotetica semplificazione), la Genius card potrebbe rappresentare davvero una scelta interessante, soprattutto per i giovani under 30 a cui ricordiamo viene azzerato il canone mensile di 2€ (che corrispondono a 24€ annuali). Detto questo molti c/c possono presentare l’impossibilità di chiedere carte di credito ed assegni (come ad esempio in Italia BBVA). Limitazioni normalmente riferite alle banche ed ai conti online che, di contro, offrono spesso canoni molto bassi od addirittura pari a zero.

Costi e condizioni della Genius Card vs conto corrente: chi vince per te?

Oltre al costo di emissione e di sostituzione una tantum, pari a 5 euro, tra i costi ordinari possiamo trovare quelli di ricarica, che vanno indicativamente dai 0,50 euro per le ricariche online tramite bonifico ai 3 euro se effettuate presso le filiali UniCredit.

E’ possibile pagare online tramite il servizio di internet banking e mobile banking mav, rav e bollette direttamente dal proprio pc o dal proprio smartphone via app.

Ma la vera domanda da porsi è: un conto corrente cosa può offrire di più rispetto alla Genius Card?

La risposta è semplice: alcuni servizi specifici, come nel caso delle operazioni di trading ed investimento, dal momento che la carta conto non può essere collegata ad un conto titoli o a una piattaforma di trading. Invece, dal punto di vista assicurativo, la linea Genius consente di ottenere il pagamento della rc auto di Unicredit, a volte proposta anche con la possibilità di rateizzare il premio assicurativo a tasso zero (vedi anche Come scegliere la migliore RcAuto per te). Però ovviamente non si tratta di un vero e proprio conto corrente, il che causa una serie di limitazioni, che in alcuni casi possono inficiare i benefici: tra questi vanno considerati i limiti di ricarica e quello del plafond massimo.

uomo disegnato a un bivio che non sa decidersi

Conclusioni

La sovrapposizione che un prodotto come Genius Card fa su un conto corrente, lo rende quindi un buon prodotto alternativo al conto corrente soprattutto per gli studenti e per i giovani lavoratori che non hanno la necessità di dotarsi di una carta di credito o utilizzare gli assegni bancari. In questi ultimi casi potrebbe convenire di più rivolgersi ad un normale conto corrente: online ne esistono diversi, dotati anche di canone pari a zero!

Esempio conto corrente online

Banca
Canone
Carta di Debito
Carta di credito
N26: 0€/mese
N26 Black: 9,90€/mese
N26 Metal: 16,90€/mese
0€/mese
n.d.

Data rilevazione: luglio 2024- Fonte: sito N26.