Vecchia crisi e nuovi profitti: conviene investire con Banca Leonardo?

Banca Leonardo, è una delle più note banche d’affari (fondata nel 1999). Seppur con qualche difficoltà, è stata in grado di superare la crisi e ad oggi palesa alcuni spunti d’interesse soprattutto in un’ottica futura.

La Banca Leonardo, è una storica banca di investimenti nata verso la fine del 1990 che, poco prima della crisi (nel 2006), ha cambiato parzialmente rotta rispetto al percorso di una tipica banca di affari purista. Da qualche anno ha infine puntato, ricca già di un notevole know how acquisito nell’ambito della consulenza, al wealth management.


Struttura e sedi

Banca Leonardo ha sede a Milano, alla quale fanno capo le altre società appartenenti allo stesso gruppo, che svolgono le medesime attività in Francia ed in Svizzera. Ha comunque sedi operative in varie città, che in Italia comprendono: Lecco, Firenze, Roma, Torino, Padova.

L’attività svolta in Svizzera avviene tramite il controllo della società Leonardo Swiss S.A. che ha sede a Lugano. Invece per il territorio francese bisogna riferirsi alla Banque Leonardo che ha sede a Parigi.

Informazioni economiche e finanziarie

Come è avvenuto per la quasi totalità di banche di affari (o investimento) che non si sono inserite nella rete commerciale (con lo scopo di attirare anche la clientela retail), gli anni della crisi sono stati abbastanza complicati con parziali conseguenze anche recenti.

Infatti, il bilancio del 2015 rispetto a quello del 2014, mostra una fase “calante” delle attività, con una riduzione del personale dipendente quasi dimezzato (aspetto in parte dovuto anche alla riorganizzazione e all’inserimento di nuove figure professionali), e un dimezzamento anche del risultato operativo (di contro i ricavi netti hanno subito una perdita tutto sommato modesta). Di contro sono tornati in positivo (dopo alcuni anni) i profitti che, sempre per il 2015, sono stati pari ad 11 milioni di euro (vedi anche Investimenti a breve termine a basso rischio).

In tale contesto comunque è stata inserita la scelta di dare maggiore spazio al Wealth Management, che mette in cima agli obiettivi la massima attenzione alle necessità di ogni singolo cliente, partendo dai suoi obiettivi, per costruire il portafoglio che meglio permette di raggiungerli.

Conclusioni

Banca Leonardo è stata una delle prime banche di investimento italiane, e ha retto con qualche difficoltà al deflagrare della crisi. Questo non costituisce un’eccezione per questo settore ben specifico ma la prassi e la naturale conseguenza di un tipo di legame non del tutto sano che si era venuto ad instaurare tra l’economia, il suo andamento, e la finanza (soprattutto quella più dinamica ed instabile degli ultimi anni).

Una condizione di crisi comunque superata come dimostra il Cet1 in continua crescita e recentemente intorno al 26%.