Webank mutuo surroga o acquisto: opinioni sulla convenienza

La linea dei mutui webank offre una scelta non ampia ma condizioni che possono suscitare interesse a un pubblico di famiglie e privati piuttosto ampio. Vediamo meglio queste caratteristiche che lo rendono un appetibile mutuo online.

Tra i mutui online, Webank mutuo è riuscito a suscitare in modo quasi costante opinioni positive. Insieme a quelli di CheBanca (vedi Condizioni mutui CheBanca) e Ing Direct (vedi anche Mutuo Arancio), in attesa di conoscere meglio la qualità sulla carta molto buona dei nuovissimi mutui Widiba, la linea dedicata alla sezione Mutuo di Webank si presenta come una risposta valida e caratterizzata da:

  • facilità di gestione della pratica a distanza;
  • trasparenza e chiarezza dei costi;
  • buone condizioni economiche e possibilità di risparmio.

Finalità e principali caratteristiche dei “mutui” online della Bpm

L’offerta che Webank riserva sui mutui è molto standard: classico mutuo a tasso fisso, o a tasso variabile (con indicizzazione all’euribor, o tasso Bce), variabile con Cap. In aggiunta abbiamo il Mutuo Webank Opzione tasso fisso e opzione tasso variabile (rispettivamente con i primi 5 anni a tasso fisso o variabile per poi avere la possibilità di passaggio all’altro tasso).

L’offerta si rivolge solo a privati e famiglie, e come finalità la scelta dovrà vertere su: acquisto, ristrutturazione oppure surroga. I mutui possono rientrare sia tra quelli di acquisto prima casa che seconda casa, con le opportune modifiche richieste.

Condizioni e tassi

La percentuale di copertura della spesa o Ltv è fino all’80% in caso di acquisto, 80% delle spese di ristrutturazione ma fino al 50% del valore dell’immobile, e 70% nel caso della surroga, L’importo minimo è di 50 mila euro (che diventano 80 mila per la surroga), mentre quello massimo arriva fino a un milione di euro. Durata compresa tra 10 e 30 anni, e spread che parte da 1,10% fino a 1,55% che varia sia a seconda della finalità, che della durata e Ltv finanziato.

Altri prodotti WeBank

Conto WeBank
WeBank mutuo
Prestito WeBank
Cartimpronta
Carta Jeans

Quindi per avere un’idea chiara sullo spread applicato è consigliato effettuare la simulazione di calcolo usando il calcola rata presente sul sito: l’uso è gratuito, non impegnativo e non prevede limitazioni o registrazioni (ma non costituisce un preventivo). Per la parte dei costi accessori troviamo le migliori notizie: nessuna spesa di incasso rata, né di gestione della pratica.

Anche istruttoria e perizia sono gratuite. L’ipoteca è iscritta con valore pari al 150% del mutuo accordato. Se si desidera ricevere le comunicazioni cartacee si dovrà pagare 1,35 euro, altrimenti non sono previsti costi. Rimangono a carico del cliente le coperture assicurative obbligatorie.

Come si fa la richiesta?

I passaggi di avvio della richiesta di mutuo sono pochi e abbastanza semplici, anche per coloro che non amano affidarsi ai sistemi online. Si dovrà semplicemente:

  • usare il calcola rata presente sul sito, inserendo i dati presunti sul valore dell’immobile, e quelli certi sull’importo di mutuo di cui si ha bisogno;
  • impostare la durata;
  • scegliere la finalità e se si tratta di una prima o seconda casa;
  • scegliere il tipo di “mutuo” che offre la rata più vicina alle proprie necessità di rimborso se si è trovata una soluzione adatta, altrimenti bisogna cambiare i parametri (come la durata o l’importo);
  • selezionare l’opzione “scegli” il mutuo per arrivare alla fase di avvio della richiesta;
  • riempire gli spazi obbligatori richiesti nelle pagine successive, e attendere il contatto da parte di un consulente di Webank, che accompagnerà il richiedente nelle fasi successive.

Conclusioni

Il Mutuo Webank offre tassi che tradizionalmente si inseriscono nella fascia medio-bassa del settore, grazie soprattutto alla capacità di agire sugli spread, tenendo a comprimerli sufficientemente. Manca forse la presenza di un prodotto più moderno come un mutuo off set oppure strutturato.

Altri articoli: Mutuo senza conto corrente.

Ultimo aggiornamento: 13 febbraio, 2018