Carta conto Hello Bank: conviene Hello Free?

Si aggiunge alle molteplici offerte di carte prepagate con Iban, Hello free di Hello Bank del gruppo Bnl. Alcune novità introdotte ma anche alcuni limiti, che potrebbero orientare la scelta su altri prodotti. Riuscirà Hello Free a competere con Db Contocarta e Conto tascabile?

Tra le numerose prepagate carta Hello Free si posiziona in una zona intermedia tra le carte conto e le semplici prepagate non dotate di Iban. Infatti questa ricaricabile emessa da Hello!Bank è dotata di Iban ma non può fare bonifici in uscita e altre operazioni che spettano, di norma, a una carta conto oppure a un conto corrente.

Caratteristiche principali

Altri prodotti Hello Bank

Conto online Hello Bank
Carta conto senza spese BNL
Bancomat Hello Bank
Hello Card
Carte Hello Duo
Mutuo Hello Bank

  • E’ dotata di tecnologia contactless, quindi utilizzabile semplicemente avvicinando la carta al Pos. Per gli importi inferiori ai 25 euro non è nemmeno necessario digitare il codice Pin;
  • Gli acquisti su Internet prevedono la digitazione di Otp (one time password), per una maggiore sicurezza. Necessaria l’applicazione per smartphone;
  • Il codice Iban è in sola ricezione.

Bnl spinge sicuramente molto su due punti di forza per promuovere Hello free!: la tecnologia e la sicurezza. Paradossalmente anche il codice Iban in sola ricezione per i vari accrediti ne è una prova indicativa.

(Fonte: foglio informativo Hello Free – Data: 11/05/2018)

Vantaggi e svantaggi rispetto a una carta conto

Chi cerca una semplice prepagata per gestire una certa liquidità con cui fare spese o prelevare contante, difficilmente si orienta verso una carta conto. Per le carte conto vere e proprie infatti c’è quasi sempre un costo fisso rappresentato dal canone periodico che può essere mensile oppure annuale. Di contro le normali prepagate solitamente non hanno questo tipo di costi ma prevedono spese collegate al loro utilizzo come ad esempio i prelievi e la commissione di conversione valuta.

Con Carta Hello Free si ha il vantaggio di una prepagata con Iban libera da costi di gestione, non avendo un canone mensile o annuale fisso, e che grazie all’Iban può essere ricaricata con un accredito o un bonifico in entrata a costo zero. Invece come svantaggi possiamo considerare un plafond tutto sommato modesto (5000 euro) ed ancora il fatto di rappresentare un prodotto ibrido capace per questo di scontentare o accontentare chi è alla ricerca di una ricaricabile. (Fonte: foglio informativo Hello Free – Data: 11/05/2018)

Quanto costa?

Ecco costi e condizioni di utilizzo della carta Hello Free: per attivare la carta è necessario effettuare una prima ricarica di importo minimo pari a 10,00 euro: è bene specificare che tale somma sarà disponibile sulla carta perché Hello Free non prevede costi di emissione.

La commissione per le ricariche è di 0 € tramite bonifico in ricezione oppure di 1 euro tramite ATM Bnl o Internet banking Hellobank.it. Uno dei punti di forza dell’offerta sta proprio nella vasta diffusione degli sportelli Bnl, che permettono quindi una facile ricarica. Come altri canali da utilizzare troviamo la ricarica con carte di pagamento al costo di 3 euro ad operazione. Il servizio di sms alerting è gratuito, ma si pagano gli sms secondo i costi applicati dal proprio operatore. Il blocco e il rinnovo sono gratis, invece l’estinzione con richiesta di rimborso di un eventuale saldo presente prevede il costo di 5 euro.

I prelievi sono gratis solo presso i bancomat Bnl e Gruppo BNP Paribas , 2 euro presso altri sportelli in zona euro. Il costo rimane lo stesso anche per i prelievi in valuta non euro. Considerando che in commercio ci sono altre carte prepagate, come ad esempio Conto Tascabile di Che Banca o DbContoCarta di Deutsche Bank (data rilevazione: 11/05/2018 – Fonte: siti CheBanca, Deutsche Bank) prelievi sono senza costi in zona euro, questo è un bel punto a sfavore di HelloFree.

La commissione per operazioni in valuta extra-euro è dell’1,7%. I limiti di utilizzo della carta sono: 5.000 euro il massimale di pagamento giornaliero cosi come il plafond della carta , 500 euro il tetto per il prelievo giornaliero che può essere effettuato anche con singola operazione solo presso gli ATM bnl, mentre il singolo prelievo presso altre banche non può superare i 250 euro (data rilevazione: 11/05/2018 – Fonte: sito Hello Bank). Per gli acquisti può essere speso l’intero plafond di cui è stata dotata la carta Hello Free, senza limitazioni anche con una singola operazione. Non c’è infine un numero massimo di operazioni di ricarica né mensile, e né annuale.

  • Costo emissione: 0€
  • Prelievo:
    • gratis su ATM Bnp Paribas
    • 2 euro extra gruppo, in Italia, Ue ed extra Ue
  • Costo ricarica
    • gratis bonifico o accredito;
    • 1 euro da Atm o internet banking Hello Bank
    • 3 euro da carta di pagamento
  • Commissione conversione valuta: 1,7%

(Fonte: foglio informativo Hello Free – Data: 11/05/2018)

Come si richiede?

La richiesta va fatta direttamente online. E’ sufficiente cliccare sull’apposito pulsante presente sul sito ufficiale Hello Bank. Questo ci conduce ad una pagina dedicata dove bisogna procedere alla compilazione di un form in cui è necessario introdurre alcune informazioni di base come il proprio nome e cognome o l’eventuale codice promozionale qualora posseduto.

La durata della procedura guidata indicata dal sistema è di 10 minuti. Bisogna comunque avere a portata di mano:

  • foto documento fronte e retro;
  • foto codice fiscale;
  • foto bolletta o documento bancario per la conferma della residenza.

Dopo aver concluso la prima fase di inserimento dei propri dati si deve scegliere:

  • se fare l’accredito di stipendio, pensione, ecc;
  • il pin (poi si riceve la OTP tramite Sms che si inserisce per concludere la procedura);
  • se utilizzare l’identificazione tramite webcam o con un bonifico pari a 10 euro.

La procedura è totalmente online grazie all’impiego della firma digitale (FEA).

Requisiti

Hello Free può essere scelta liberamente tra i 5 differenti stili grafici. Come evidenziato dallo stesso sito ufficiale sono però presenti alcuni limiti per la sua richiesta riassumibili nella necessità:

  • di residenza in Italia;
  • del possesso di un device mobile;
  • di essere maggiorenni.

Attenzione: sempre come evidenziato dalla stessa Hello Bank non bisogna essere clienti BNL.

(Fonte: sito ufficiale Hello Bank – Data: 11/05/2018)

Hello Free! bocciata o promossa?

A prescindere dalle opinioni contrastanti che si possono incontrare nei forum Hello Free! ha però dalla sua parte la forza del gruppo Bnl e la sua capillarità sul territorio italiano.

Altre carte prepagate sono: Superflash di Intesa SanPaolo, Enjoy di Ubibanca e Genius Card di Unicredit.

Ultimo aggiornamento: 15 settembre, 2018