Carte Black: esclusive ma costose. A chi convengono?

Il colore delle carte di pagamento nella maggior parte dei casi ha carattere puramente estetico ma in alcuni casi indica invece la presenza di privilegi e condizioni di prestigio. E’ quanto avviene con le Carte di credito Oro e le Carte di credito Black, anche se sono soprattutto queste ultime che da sempre riservano i servizi ‘top’ per una clientela di alto livello.

Nel corso del tempo il colore black è stato sempre più utilizzato anche per le carte prepagate, ma in questo caso la colorazione è soltanto un fattore estetico (il nero è un colore elegante e misterioso allo stesso tempo): si possono avere plafond più o meno ampi, ma le condizioni e le funzionalità sono sempre solo quelle tipiche di una carta prepagata. Tra le varie ricaricabili black troviamo ad esempio la carta Mooney o la Postepay Evolution.

Indice articolo

Le carte di credito Black: cosa offrono di particolare?

Se ci concentriamo sulle carte di credito black vediamo che offrono plafond molto elevati, generalmente ancora più elevati delle carte oro. Al pari di queste, inoltre, sono dotate di coperture assicurative specifiche per protezione acquisti, viaggi e spese mediche e/o sanitarie soprattutto all’estero e canali di assistenza privilegiati come servizio clienti dedicato, concierge personale e agevolazioni per sostituzione della carta.

esempio di carta nera senza brand

Di contro bisogna essere disposti a sostenere spese di gestione, soprattutto per il canone, molto più elevate rispetto ad una carta di credito classica (o standard) e delle carte oro. Anche i requisiti per la richiesta, proprio a fronte di plafond piuttosto elevati, sono più complicati da raggiungere.

Tuttavia, mentre quasi ogni banca offre la possibilità di richiedere carte di credito oro, le carte black sono meno frequenti, il che le ha dotate di un aspetto di esclusività che ne aumenta il prestigio.

Cosa cambia per le carte prepagate black

Come già evidenziato, nel caso delle carte black prepagate la scelta è quasi esclusivamente estetica, per cui non si hanno particolari agevolazioni ed i plafond spesso sono pari a quelli delle carte di altri colori. Anche sui costi non ci sono particolari differenze, per cui si tratta soltanto di una scelta estetica o di convenienza se la carta nera scelta offre quello di cui si ha bisogno, indipendentemente dal look gradito o meno.

Esempi di carte di credito black

Ecco una panoramica di carte black riferendoci solo alle carte di credito. Gli esempi sono stati selezionati per apprezzare gli aspetti peculiari e le differenze in base ai circuiti e alle banche. Ricordiamo inoltre che le varie condizioni sono decise dagli ‘emittenti’ e che le alternative indicate sono proposte a mero titolo di esempio e non mirano ad avere carattere esaustivo.

Nexi Black

Si tratta di una carta emessa da Nexi ma che vede come collocatori vari Istituti di credito che hanno accordi con Nexi stessa (la richiesta diretta non è prevista). Questa carta prevede i seguenti plus:

  • elevato limite di utilizzo che parte da 25.000 euro mensili;
  • coperture assicurative con massimali alti, estese anche ai familiari (foglio informativo);
  • Personal Planner, che è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7 chiamando il Numero Verde dedicato;
  • accesso a Premium Experience ovvero il portale dedicato ai Clienti Premium;
  • Priority Pass, con accesso gratuito e illimitato a oltre 1.300 Vip Lounge Aeroportuali che fanno parte del circuito Priority Pass, in tutto il mondo;
  • servizio di Concierge per ristoranti, biglietteria eventi, spettacoli, beni e servizi, organizzazione dei viaggi;
  • accesso a Iosi Plus, il programma rewards attivo gratuitamente;
  • offerte e sconti esclusivi dedicati.

(Fonte: sito ufficiale Nexi – Data: 1 agosto 2022)

Carta Black Chebanca!

esempio carta black chebanca

Offre i servizi esclusivi della carta precedente, ad un costo annuo di 500 euro, non prevede commissioni per prelievi ed estratti conto online, mentre il tasso di cambio è del 2%. Per rifornimento carburante sopra i 100 euro si pagano 77 centesimi di euro. Il plafond parte da 25 mila euro e per richiederla bisogna essere correntisti Chebanca!. Il materiale è metallo.
(Vedi anche Carta di credito CheBanca!)

(Fonte: sito ufficiale CheBanca! – Data: 1 agosto 2022)

db Black

esempio carta black db

Tra le carte di credito black troviamo quella di Deutsche Bank, che funziona sul circuito MasterCard. I servizi esclusivi per la clientela sono (foglio informativo):

  • assistenza medica, stradale, viaggi, abitazioni e legale;
  • garanzie assicurative : danni da collisione, problemi durante i viaggi, spese mediche, responsabilità civile verso terzi, ricoveri ospedalieri all’estero, protezione acquisti e smarrimento chiavi.

Si possono richiedere carte per i familiari (ai quali si estendono le garanzie), ha un fido di 15 mila euro, permette il rimborso a saldo o rateale, le comunicazioni cartacee costano 1,20 euro e prevede un canone annuo di 300 euro. Il rifornimento di carburante è gratis e il tasso di cambio è 1,75%.

(Fonte: sito ufficiale Deutsche Bank – Data: 1 agosto 2022)

Conclusioni

Le carte black sono prestigiose e offrono dei plus che tuttavia, se non utilizzati appieno, rischia di essere eccessivamente costosa rispetto alle concorrenti che non hanno lo stesso look elegante. Si tratta quindi di una scelta da ponderare anche in funzione dei servizi e coperture assicurative di cui si potrà realmente beneficiare.

Tra l’altro, proprio per il target a cui queste carte sono destinate, non è sempre facile reperire informazioni online. In molti casi, come ad esempio per le carte black di Mediolanum, Unicredit e Bper, è necessario rivolgersi direttamente ai consulenti anche solo per conoscerne le condizioni economiche principali.