Snai Card, depositi e prelievi: come funziona il conto gioco Snai?

Snai ha scelto di abbinare al conto gioco una propria carta (la SnaiCard) che, a differenza di quanto fatto da Lottomatica (con la Lottomaticard), non ha costi e serve per poter gestire proprio il conto, non assolvendo la funzione aggiuntiva di metodo di pagamento da usare anche per poter ricaricare il conto stesso.

Ci si può registrare per poter aprire una posizione, il relativo conto gioco, e ottenere il rilascio della SnaiCard, direttamente sul sito online (in questo caso bisogna inviare la documentazione richiesta entro 30 giorni altrimenti il conto verrà sospeso, e successivamente si può arrivare anche alla chiusura) oppure si può aprire presso una ricevitoria Snai (che al momento della registrazione richiede i documenti di identità e rilascia immediatamente la card associata).

Una volta che il conto è stato aperto, bisogna versare 15 euro per poterlo attivare, dopo di che si può iniziare a giocare, in una delle sezioni di gioco preferite.

Costi e condizioni

BookmakerSnai
Metodi di ricaricaCarte di credito, bonifico, Postepay e Paypal
Importo minimoda 15 euro
BonusSi

Come fare le ricariche e i prelievi?

Il ‘mezzo’ direttamente collegato al conto gioco (ciascun giocatore ne può aprire solo uno) è proprio la Snai Card che permette di effettuare depositi e prelievi (come detto non rappresenta però un vero e proprio mezzo di pagamento).

Per ricaricare il conto si possono usare le carte di credito Visa, Mastercard, Visa Electron e quindi in generale le prepagate, oltre al bonifico bancario, e alle principali forme di moneta elettronica come Paypal. Tuttavia ci sono dei massimali piuttosto rigidi (per la maggior parte dei mezzi di pagamento di va dai 15 ai 1250 euro al giorno).

A ciascuna card di Snai si possono associare fino a un massimo di tre fra carte di credito o prepagate. Sulle operazioni di ricarica non sono previste commissioni, mentre per quelle di prelievo dipende dal numero, in quanto sono previste fino a 3 gratis al giorno o 5 al mese con Postepay.

Se si superano questi imiti allora si sostiene una commissione di 2 euro ad operazione, inoltre ci sono limiti di importo, pari a 997 euro per operazione, per un totale di 3 mila al giorno se si usa la Postepay (stessi massimali in caso di Paypal). Scegliendo il bonifico domiciliato Poste italiane, allora le somme vanno da un minimo di 50 euro ad un massimo di 5 mila euro, sempre per il prelievo.

Tra le opzioni di prelievo è contemplato anche il voucher Snai, che però prevede un massimale di 999 euro ogni 7 giorni, e che richiede una prenotazione di almeno 72 ore.

Ultimo aggiornamento: 5 ottobre, 2017