My Pos costi e alternative: opinioni e recensioni

Le alternative per chi desidera un pos mobile per la propria attività stanno via via aumentando. Tra queste si segnala sicuramente My Pos che offre una piattaforma e servizi ‘a tutto tondo’ per ricevere pagamenti online e con Pos.

Coloro che hanno bisogno di una piattaforma che consenta di gestire i pagamenti ricevuti con carte, sia tramite Pos che online, possono valutare tra le varie offerte anche My Pos. Insieme alla piattaforma ‘gestionale’ troviamo molti altri servizi ‘accessori’, come ad esempio Top Up, che permette di ottenere guadagni anche con il servizio di ricarica telefonica tramite l’uso del terminale fisico, oppure come vari device con o senza stampante integrata, lettori di carte con differenti tecnologie, ecc.

Tutta l’offerta (di prodotti, software e servizi) è gestita da una società londinese autorizzata come Agente per servizi di moneta elettronica: la myPos Europe Ltd, che in Italia ha una sede a Milano.

mypos

Le caratteristiche dell’offerta

L’accesso alla piattaforma per gestire i propri conti può avvenire sia da Pc che tramite app. Al conto gratuito elettronico (approfondimenti: Mobile wallet), che serve per ricevere i pagamenti online oppure tramite Pos fisico, è collegata una carta Business che permette di utilizzare direttamente i soldi presenti sul conto, senza la necessità di trasferirli su altri conti.

A seconda del tipo di account/device scelto, si accede ad altri servizi integrati, ma in tutte le varie versioni non ci sono costi periodici di gestione. Di contro il device viene sempre acquistato (si paga il prezzo applicato e diventa di proprietà dell’acquirente). A seconda del modello scelto si potrà contare su un periodo di assistenza gratuita ed ottenere la scheda dati che consente di non essere vincolati ad una rete fissa.

Come vedremo più ampiamente tra poco, i costi ricorrenti sono solo quelli dati dalle commissioni di gestione dei pagamenti. Queste variano a seconda del tipo di carte e circuito usati, con differenze anche tra quelle emesse nello spazio SEE oppure extra SEE. Anche se si usa My Pos per ricevere pagamenti online si applicheranno commissioni differenti che variano sempre in base ai tipi di carte (bancomat abilitati o carte di credito) ed ai circuiti. Vediamo ora le condizioni economiche nel particolare.

Prezzi e costi

Il prezzo del device varia a seconda del modello scelto, potendo andare su device con funzioni e struttura più light, fino a quelli più completi. Per la precisione al 22 febbraio 2020 abbiamo: myPOS Go, myPOS Mini, myPOS Mini Ice, myPOS Combo, myPOS Smart, myPOS Smart N5.

(Fonte: sito ufficiale MyPos – Data: 22 febbraio 2020)

myPOS Go: 29 euro

Utilizza il sistema operativo Linux, è compatto e leggero, con batteria ricaricabile e senza possibilità di stampare gli scontrini (ricevuta in formato digitale a scelta con sms o email del cliente). Non può essere collegato a rete wi-fi e si usa con la sim dati che ha in dotazione. Disponibile solo nero.

mypos esempio

myPOS Mini 129 euro e Mini Ice 189 euro

myPOS Mini è più piccolo del Go e non permette la stampa degli scontrini (ricevute digitali), ma è dotato di tecnologia compatibile con Bluetooth, wi-fi e Nfc.

mypos ice

Se si desidera un design più accattivante, schermo full led touch screen ed una tecnologia più smart allora si può andare sulla versione Mini Ice, che cosa 189 euro.

mypos mini

La versione Mini è disponibile in bianco o nero lucidi, mentre per l’Ice c’è solo la versione bianca.

myPOS Combo: 249 euro

E’ dotato di tecnologia compatibile con wi-fi, Nfc e bluetooth. Ha un display medio, è dotato di funzione per la stampa termica degli scontrini, ma rimane leggero. Possibilità di inserimento delle carte o di strisciata laterale. Disponibile anche in blu oltre che in nero

myPOS Smart e Smart N5: 345 euro

myPOS Smart ha le dimensioni di un Pos tradizionale ed è dotato di stampa termica e di possibilità di firma elettronica grazie allo schermo full touch screen. Utilizza il sistema operativo Android ed è provvisto di doppia telecamera per la lettura di codici a barre o Qr code.
La versione Smart N5 è dotata di varie app per il controllo e il collegamento al registratore di cassa, ma il costo non cambia. La versione Smart è solo bianca, mentre la N5 è disponibile anche in nero e in rosso.

Commissioni

Per quanto riguarda le commissioni sui pagamenti ricevuti, abbiamo le seguenti distinzioni:

Pos fisicoPos virtuale MO/TO
Carte di Debito o di Credito di utenti privati emesse nella SEE(Visa, Mastercard, VPay e Maestro)1,20%2,25%
Carte di Debito o di Credito business emesse nella SEE (Visa, Mastercard, VPay e Maestro)2,85%3,25%
American Express, JBC e Union Pay2,85%3,50% (non è possibile con Union Pay)
Bancontact– 0.08€ per transazioni fino a 10€
– 0.25€ per transazioni superiori a 10€
0,25€
Carte emesse extra SEE2,85%3,35%

(Fonte: sito ufficiale MyPos – Data: 22 febbraio 2020)

Caratteristiche del conto

Pos: Approfondimenti

Pos senza commissioni
Mobile Pos
iZettle
SumUp
Pos economico
Axerve
Pos obbligatorio
Jusp
Pos portatile
Pos lavoratore autonomo
My Pos

Il conto che propone My Pos è gratuito e può essere aperto in multivaluta. Il collegamento al Pos fisico o a quello virtuale MO/TO ed alla carta business avviene in modo automatico. L’apertura del conto avviene tramite registrazione online così come l’acquisto del device. La procedura di apertura del conto prevede come informazioni necessarie da inserire in fase di iscrizione:

  • forma giuridica;
  • creazione dell’account;
  • i dati della persona che apre il conto;
  • i dati sull’attività (esempio turismo, servizi, ristorazione, ecc), fonte di reddito, fatturato previsto, ecc;
  • numero telefono per ottenere il pin OTP da 4 cifre per la firma elettronica.

Finita la procedura guidata si dovrà attendere l’arrivo della mail per l’attivazione e completare il tutto con l’identificazione da fare con app (la verifica avviene in video chat con un operatore). Il conto è gratuito, ma i trasferimenti di denaro in uscita costano 3 euro se Sepa, mentre quelli extra Sepa partono da 3 euro.

Al conto, come detto, è collegata la carta Business che nella prima emissione è gratuita (le carte aggiuntive costano 5 euro l’una una tantum). Questa card prevede come costi di utilizzo:

  • prelievi: 2€ fino a 300€, 4€ per transazioni superiori;
  • tasso cambio valuta: 1% (in caso di prelievo si deve aggiungere al costo di prelievo stesso).

(Fonte: sito ufficiale MyPos – Data: 22 febbraio 2020)