Che Banca prestiti personali online: tassi e requisiti

Il gruppo bancario Mediobanca, del quale fa parte Che Banca, si è dimostrato e confermato uno dei più solidi, il che costituisce una importante garanzia per quanti scelgono di diventare suoi clienti, acquistando o sottoscrivendo uno dei suoi numerosi prodotti.

Per quanto riguarda però la sezione dedicata ai mutui e finanziamenti, troviamo due politiche molto differenti tra di loro in quanto nella sezione dei prestiti destinati alla “casa” (dalla surroga alla ristrutturazione, passando per l’acquisto) la scelta è ottima sia come varietà che come convenienza, mentre per chi è alla ricerca di un prestito personale la situazione si riduce ad un unico, seppur valido, prodotto (vedi anche Richiesta prestito online Unicredit).

Condizioni e caratteristiche

La primaria condizione è la titolarità di un conto corrente Che Banca, che può essere richiesto comodamente online. E’ poi necessario avere un reddito dimostrabile, mentre non si ha alcun obbligo di giustificare l’impiego del denaro richiesto, rientrando esclusivamente nella categoria dei prestiti personali.

Tuttavia non c’è possibilità di effettuare una richiesta online del prestito, ma ci si deve rivolgere a una qualsiasi filiale, che poi provvederà, senz’altra preoccupazione da parte del cliente, a inoltrare la pratica, che verrà seguita ed evasa di fatto dagli appositi uffici di Compass. Infatti il prestito Che Banca è un prodotto della finanziaria appartenente allo stesso gruppo, il che limita l’azione di ChaBanca al solo ruolo di collocatore.

L’importo massimo che può essere riconosciuto (e quindi richiedibile) è di 30 mila euro, e come durata del piano di ammortamento, rigorosamente alla francese, si va da 12 a 84 mensilità. Per le condizioni e i tassi applicati bisogna rifarsi alle decisioni di Compass, ma c’è da sottolineare che il passaggio tramite CheBanca non prevede l’applicazione di alcuna “commissione” o maggiorazione di intermediazione, e in più si ha il vantaggio di non doversi preoccupare delle pratiche di appoggio degli addebiti sul proprio conto corrente, visto che il tutto avviene in modo automatico.

Conclusioni

Laddove è possibile (come nel caso di un “prestito di ristrutturazione”) è meglio rivolgersi direttamente alla sezione mutui che si conferma più competitiva anche rispetto alla maggioranza di banche concorrenti (vedi anche Prestiti online Bancoposta). L’unica pecca di Che Banca prestiti rimane l’assenza di un vero e proprio prestito giovani, presente invece in altre realtà, prima fra tutti Unicredit.

Ultimo aggiornamento: 28 gennaio, 2019