Circle Pay Italia: come inviare e ricevere denaro da App e Pc

Circle Pay è un servizio gestito e ideato da una società inglese, fondata nel 2013, chiamata Circle UK Trading Limited. Il primo requisito che solitamente si ricerca quando si tratta di metodi per inviare soldi online è la sicurezza, e considerato che questa società opera sulla base di una licenza rilasciata da un’autorità riconosciuta come la FCA possiamo considerarlo un metodo affidabile.

La Financial Conduct Authority è britannica e l’autorizzazione rilasciata è valida anche per gli utenti che sono residenti in Italia. Tra l’altro il servizio Circle Pay è solo uno dei 4 previsti dalla propria piattaforma dalla Circle UK. In particolare la proposta della società britannica al 19 febbraio 2019 è:

  • Circle Pay ideata per offrire trasferimenti “social” di denaro, senza limiti di confine o di valuta;
  • Circle Invest nato sulla scia del successo delle criptovalute (approfondimento: Guida al Bitcoin);
  • Circle Trade, che nella sostanza è un crypto-desk ;
  • Poloniex, diventato, come riportato dallo stesso sito ufficiale, in poco tempo uno degli exchange più grandi al mondo.

Analizziamo più nel dettaglio cos’è e come funziona Circle Pay.

Servizi

Abbiamo parlato di una modalità di trasferimento di denaro “social” come anima del funzionamento di Circle Pay. Questo significa che con esso i trasferimenti di denaro diventano più facili, sfruttando una modalità tipica delle chat. Si può procedere al trasferimento sia verso utenti registrati che non registrati. In particolare quest’ultimi riceveranno una notifica con un link tramite il quale dovranno registrarsi a Circle Pay per ricevere il denaro.

Ma non solo: il sistema prevede anche la funzione di “richiesta” di denaro, che lo rende adatto anche per la divisione delle spese o alla raccolta di denaro finalizzata a un evento o una ricorrenza. In sintesi le caratteristiche principali di Circle Pay sono:

  • possibilità di scambi veloci senza limiti geografici;
  • possibilità di inviare denaro in differenti valute (approfondimento: Come aprire un conto estero) ed in questo caso sarà applicato un tasso di cambio;
  • sicurezza e semplicità nell’uso.

(Fonte: sito ufficiale Circle Pay – Data: 19 febbraio 2019)

Cosa serve per usare il servizio?

La natura social ha spinto gli sviluppatori anche a non precludere né l’uso dal pc che dello smartphone tramite la creazione dell’apposita app. Per offrire maggiore libertà, una volta creato il proprio profilo e le credenziali, si potrà decidere se usare il pc o lo smartphone, senza limiti e senza doversi ricordare doppie credenziali o password. I requisiti previsti per poter utilizzare l’app sono:

  • per iOs almeno la versione 10.0 o successive;
  • per Android dalla versione 4.4 o successive.

(Fonte: sito ufficiale Circle com – Data: 19 febbraio 2019)

Requisiti personali richiesti obbligatori

Come per quasi ogni metodo che permette di scambiare denaro o fare pagamenti ci sono delle limitazioni. In particolari per la registrazione sono previsti i seguenti limiti d’età:

  • per la sola registrazione e in caso di trasferimento di denaro senza l’uso di carte di credito: età minima accettata di 13 anni (con il consenso dei genitori oppure a partire da 16 anni si potrà legare il conto di Circle Pay a un conto con Iban);
  • per poter collegare una carta di credito (a scelta tra Visa o MasterCard) all’account: bisogna essere almeno maggiorenni.

Non ci sono limiti sulla residenza, almeno per quanto riguarda gli utenti europei, ma ogni richiedente può aprire un solo account Circle Pay (un account per codice fiscale).

(Fonte: sito ufficiale Circle com – Data: 19 febbraio 2019)

Procedura di registrazione

La registrazione avviene tramite form online e prevede l’inserimento in primis dei dati necessari al login, ovvero: e-mail o numero di telefono e password.

Se non si vogliono inserire e-mail o il numero di telefono (che saranno usati per confermare l’identità del richiedente tramite attivazione del link e inserimento di codice inviato via sms) si può procedere tramite il proprio account Facebook. Il numero di telefono ed e-mail inseriti su Circle Pay saranno automaticamente quelli collegati proprio al social network. Si dovrà poi passare alla fase di verifica dell’identità.

Come si può vedere dall’immagine precedente le informazioni richieste riguardano i dati di residenza, data di nascita e codice fiscale. Conclusa la procedura di registrazione si può subito iniziare ad usare Circle Pay anche se per inviare denaro è logicamente necessario prima ricaricare il proprio conto.

Funzioni

L’interfaccia di Circle Pay nell’area personale è semplice e immediata. C’è una sezione dedicata alle transazioni, alle richieste di denaro e infine quella relativa agli invii.

Livello di sicurezza

L’area personale è protetta da username e password. Se poi si usa l’app con uno smartphone di nuova generazione si può aumentare il livello di sicurezza con il riconoscimento di cui è dotato il device stesso (impronte digitali, pin, riconoscimento facciale, ecc). Per quanto riguarda poi l’utilizzo, Circle Pay consente di attivare il servizio di notifica tramite sms o quello di sicurezza previsto da Google.

N.B. Considerato che si possono fare trasferimenti anche di importi modesti, si può scegliere di personalizzare il sistema di notifiche.

Invio e richiesta di denaro

Come detto all’interno dell’area personale si trova la funzione dedicata all’invio di denaro. Qualora il saldo disponibile lo consenta si potrà trasferire denaro cliccando su Invia denaro, inserendo il nominativo, il numero di telefono oppure e-mail del destinatario:

Infine si sceglie la valuta (tra quelle che il sistema mette a disposizione), si introduce l’importo da trasferire e, se si vuole, si inserisce un messaggio che sarà inviato con il denaro al destinatario.

Il sistema per la richiesta di denaro è molto simile a quello appena descritto anche se non è necessario aver ricaricato il proprio conto che invece deve essere collegato ad una carta di credito (circuito Visa oppure Mastercard) oppure ad un conto con Iban.

Limiti

Come inviare soldi online

Western Union
Transferwise
Money Transfer
Moneygram
Azimo
Jiffy
Sofort
Fonmoney
Small World Money Transfer
Ria Money Transfer
Drop Pay
Opal Transfer
Currencies Direct
Circle Pay

Può succedere che le richieste di invio o trasferimento non siano possibili, e in questo caso bisogna controllare se si sono superati i limiti previsti, che sono piuttosto restrittivi se non è stata fatta la verifica dell’identità del titolare del conto (che avviene con invio documenti richiesti tramite un semplice selfie).

Un conto Circle Pay non verificato non può superare i 400 euro a settimana. Il controllo è semplice, in quanto basta andare sempre nell’area personale e controllare quali somme sono state “impegnate” nell’arco degli ultimi 7 giorni.

Quanto costa?

Circle Pay è essenzialmente un conto gratuito visto che non applica direttamente commissioni nei trasferimenti. Detto questo, come riportato dal sito ufficiale al 19 febbraio 2019, possono essere previste commissioni legate ai trasferimenti con carta di credito che verranno comunque evidenziate prima di completare la transazione stessa.

Assistenza

I canali da usare per un contatto con il servizio clienti sono:

  • form online;
  • lettera cartacea inviata all’indirizzo: 56-260 Old Street, Londra EC1V 9DD, UK;
  • numero di telefono +39-045-7860905;
  • indirizzo e-mail: support@circle.com.