Opinioni su MoneyGram: tariffe e convenienza

MoneyGram è, ad oggi, uno dei metodi di trasferimento di denaro più utilizzati a livello mondiale. Questo grazie ad una diffusione capillare ed a costi relativamente contenuti.

Il colosso americano MoneyGram International Limited, è riuscito nell’arco di poco tempo, a raggiungere più di 200 Paesi in Tutto il mondo, per offrire il suo servizio MoneyGram Transfer. In modo diretto, tramite appositi uffici, oppure per mezzo di accordi o convenzioni, come ad esempio in Italia con le Poste Italiane, permette di inviare il denaro praticamente ovunque, coinvolgendo soggetti che non devono essere necessariamente titolari di un conto corrente (vedi anche Come funziona Skrill).


Infatti per poter trasferire denaro con MoneyGram basta recarsi negli uffici che hanno esposto il logo, oppure quelli convenzionati, e seguire la procedura per l’invio (compilazione dei moduli, rispetto del limite massimo di contante inviabile, ecc).

Per operare in totale sicurezza, ed evitare di cadere in una truffa, è stata la stessa società che ha messo a disposizione delle persone interessate uno strumento di individuazione dei centri abilitati (che in Italia permette anche di trovare gli Uffici Postali più vicini, anche se non c’è un numero verde di riferimento, ma utilizzando gratis il localizzatore online). Tali centri sono logicamente presenti tanto nelle grandi città come Roma che in zone di minori dimensioni o di provincia.

Come si può inviare denaro?

Si deve andare in un centro che fa parte del circuito utilizzato da MoneyGram, compilare il modulo e indicare la cifra che si vuole inviare, portando con se i documenti di identità e scegliere infine il tipo di rapidità del servizio. Se si vuole il trasferimento in tempo reale si pagano commissioni più elevate mentre quello standard mette a disposizione del destinatario la cifra richiesta dalle 7 del giorno successivo.

Come già accennato il destinatario non deve essere titolare di un conto, ma recandosi al proprio centro o ufficio abilitato, dovrà solo dimostrare la propria identità per poter ottenere il denaro trasferito.

Prezzi e commissioni

Ovviamente trattandosi di un servizio di trasferimento si devono pagare delle commissioni, che variano in funzione del Paese di destinazione e di quello di partenza (c’è un’organizzazione per macro-aree), a seconda dell’importo e del tipo di servizio scelto.

A titolo di solo esempio, la cifra minima prevista da e per un Paese europeo è di 6 euro mentre se ad essere coinvolti sono Africa o India si parte da 4,5 euro. La cifra massima per transazione, considerati i limiti massimi che possono essere inviati, è di poco meno di 30 euro. E’ possibile, sempre sul sito MoneyGram, effettuare una simulazione, per conoscere in anticipo la commissione che si andrebbe a pagare, senza alcun impegno, e fermo restando che non sarà possibile poi concludere la transazione online.

Conclusioni

Il vero vantaggio sta nella possibilità di poter utilizzare i contanti per effettuare i trasferimenti (vedi anche Come trasferire soldi in modo anonimo), avendo pochissimi requisiti minimi necessari, e con una tempistica e un livello di diffusione tra i più completi a livello internazionale.