Opal Transfer Italia: come inviare soldi online?

La proposta dei money transfer sta diventando sempre più ampia e variegata. In questo ambito troviamo anche Opal Transfer che permette di inviare denaro online da oltre 14 anni.

Tra i numerosi Money Transfer con sede a Londra troviamo Opal Transfer Ltd che, pur non essendo il più vecchio in assoluto, vanta comunque circa 15 anni di storia. Nel 2015 ha inserito tra le possibilità di fare trasferimenti anche l’uso dell’apposita app, mentre nel 2016 ha tagliato il traguardo della copertura di tutta l’Europa (intesa come Ue) compresa San Marino, la Norvegia e il Principato di Monaco. La piattaforma con la quale è possibile fare trasferimenti online si chiama Opal Transfer.

La Opal Transfer Ltd è stata autorizzata dalla Fca (con il numero di autorizzazione 533677) e come altre certificazioni presenta la ICO, la HMRC e la SSL Extended. N.B.: con questo money transfer è possibile trasferire denaro anche fuori dai Paesi della Comunità Europea, ovvero extra Ue tramite call center, con la procedura che prevede il trasferimento su un conto di Opal e poi da qui trasferimento verso l’Iban del beneficiario (tipica comunque di molti altri servizi simili).

Come utilizzare il trasferimento di denaro?

La Opal Transfer mette a disposizione 4 sistemi per poter disporre il trasferimento di denaro che sono:

  • tramite pc accedendo alla piattaforma on line;
  • attraverso l’impiego dell’app installata su device mobili (per Android serve il sistema operativo da 4.3 in poi; per iOs da 6.0; per Windows Phone da Windows 10, Windows 8.1, Windows 10 Mobile, Windows Phone 8.1, Windows Phone 8);
  • chiamando il call center;
  • andando in una delle filiali.

Al momento le filiali (che sono le uniche che accettano i pagamenti in contanti), si trovano però solamente a Londra.

(Fonte: sito ufficiale Opal Transfer – Data: 18/07/2018)

Ovviamente ogni sistema ha dei propri limiti che possono essere dettati dalle possibilità di accesso (soprattutto per le filiali visto che non si trovano ovunque) e dagli importi trasferibili. A riguardo ricordiamo che bisogna sempre rispettare i limiti imposti dalla normativa sia del paese dell’ordinante che di quella del ricevente.

Fortunatamente, vista la difficoltà di essere costantemente informati sulle politiche di ciascun Paese, sarà il ‘sistema’ stesso ad indicare i documenti che bisognerà esibire o comunicare (in filiale o con call center) oppure caricare (on line e con app).

Requisiti necessari e documenti richiesti

Per la normativa sull’antiriciclaggio, la Opal Transfer, così come ogni altra società di money transfer è obbligata a rispettare alcuni formalismi standard. Per prima cosa per potersi registrare e fare trasferimenti bisogna essere maggiorenni. Per quanto riguarda invece i documenti che bisogna caricare, questi dipendono soprattutto dall’importo da trasferire. In tal senso dallo stesso sito ufficiale viene fornito un esempio (che è comunque indicativo) per cercare di capirne le logiche di fondo:

  • under 500 sterline: generalmente non sono richiesti documenti;
  • fino a 1.500 sterline (in 30 giorni): i documenti richiesti sono un documento d’identità personale o passaporto;
  • fino a 5.000 sterline (in 90 giorni): copia del documento d’identità o passaporto e una prova di residenza (ad esempio da utenza domestica o estratto conto);
  • oltre 5.000 sterline (in 90 giorni): una copia di un documento d’identità o passaporto, una prova di residenza e una prova di fonte di reddito.

Bisogna caricare i documenti seguendo la procedura guidata. Per l’upload non sono accettati file che presentino una dimensione maggiore di 3 MB mentre i formati accettati sono:.JPEG, .PDF or .PNG).

(Fonte: sito ufficiale Opal Transfer – Data: 18/07/2018)

Costi e commissioni

Per conoscere il costo complessivo del trasferimento, comprensivo delle commissioni trattenute per il servizio Opal Transfer, ci si deve riferire al paese di invio ma anche al tasso applicato. Per procedere al calcolo online non c’è il bisogno di fare il login, ma si può usare il tool free presente sulla home page del sito ufficiale:

Come inviare soldi online

Western Union
Transferwise
Money Transfer
Moneygram
Azimo
Jiffy
Sofort
Fonmoney
Small World Money Transfer
Ria Money Transfer
Drop Pay
Opal Transfer
Currencies Direct

Per conoscere le commissioni che si dovrebbero pagare inviando dall’Italia basta scegliere l’Italia nella sezione dei Paese di invio così da conoscere le commissioni in euro ( sono indicate nella valuta dell’ordinante).

(Fonte: sito ufficiale Opal Transfer – Data: 18/07/2018)

Come viene fatta il trasferimento?

Qualsiasi sia il sistema scelto si avrà sempre bisogno delle seguenti informazioni:

  • nome completo del beneficiario del trasferimento;
  • il numero dell’Iban del ricevente;
  • il paese di residenza del ricevente;
  • l’ammontare che si vuole trasferire.

Se si sceglie il trasferimento on line o con app bisogna prima fare il login, il che implica che bisogna essere registrati ed avere un account attivo. Una volta loggati bisognerà solo inserire i dati di cui sopra negli appositi spazi e scegliere se effettuare il trasferimento con carta di debito o con bonifico bancario. Non è ancora accettata come modalità l’uso delle carte di credito (al 18 luglio 2018 come specificato sul sito ufficiale).

Contatti

Il call center risponde nelle seguenti lingue: Inglese, Lituano, Russo, Polacco, Lettone, Bulgaro, Ceco, Slovacco e Rumeno. Dall’Italia il servizio risponde dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle 20:00 e il Sabato dalle ore 10:00 alle ore 20:00. Infine la Domenica e durante le feste nazionali è possibile chiamare dalle ore 10:00 alle ore 19:00. Il numero da contattare è sempre +44 (0)20 3936 4777 . Si può in alternativa mandare una e-mail a italy@opaltransfer.com.