Facebook Pay: come si usa con Facebook, Instagram, Whatsapp e Messenger

Nel panorama dei pagamenti digitali potrebbe presto arrivare in Italia Facebook Pay, già attivo in fase beta negli Usa. Ecco come funziona e quali alternative di pagamento potrà offrire agli utenti dei social networks che fanno parte del colosso americano.

Il noto social ha deciso nel 2019 di entrare anche nel mondo del sistema dei pagamenti lanciando Facebook Pay estendendone le potenzialità alle altre modalità di ‘comunicazione’ che gli appartengono, ovvero Instagram, Whatsapp e Messenger.

Prima di vedere come funziona e di cosa si tratta dobbiamo però segnalare che a metà febbraio 2020 non risulta ancora disponibile in Italia, anzi al momento è in fase beta solo per gli Stati Uniti. Tuttavia è utile capirne le caratteristiche e le potenzialità, così da essere preparati quando arriverà anche nel nostro Paese. Infatti, sul sito ufficiale del colosso americano è specificato che a breve avverrà la diffusione in una cerchia di Paesi europei, anche se non è specificato quali saranno.

facebook pay usa

Funzionamento e modalità di utilizzo

Anche se, come detto, al momento il servizio di Facebook Pay è disponibile solo negli Usa, quando ne varcherà i confini dovrebbe mantenere le medesime modalità di funzionamento. Queste sono state diversificate in funzione del tipo di ‘strumento comunicativo’ con il quale lo si vuole utilizzare.

Come accennato, infatti, Facebook Pay racchiude varie tipologie di pagamento o di trasferimento, accessibili in modo differente a seconda che si decida di usarlo con il marketplace di Facebook, con Whatsapp, Instagram o Messenger. Per capirne le differenze analizziamo caso per caso.

Direttamente con Facebook

Ovviamente si potrà usare Facebook Pay per fare gli acquisti sul marketplace del social, ma anche per aderire a donazioni, a raccolte fondi o per acquistare giochi, biglietti di eventi e concerti, ecc.

Tramite Instagram

L’utilizzo è lo stesso previsto con Facebook: acquisti, donazioni, raccolte fondi, ecc. In entrambi i casi quindi senza uscire dal social si potrà procedere a completare il tipo di acquisto o trasferimento che si desidera effettuare.

Con Messenger

Su tale applicazione è possibile usare Facebook Pay per procedere al trasferimento di somme tra gli utenti che hanno Messenger. L’utilizzo prevede una modalità intuitiva che sfrutta la forma della chat, che si adatta al passaggio di piccole somme (per esempio se si vuole dividere un conto in un ristorante, suddividere in quote l’acquisto di un regalo, ecc).

Con Whatsapp

Anche chi utilizza la nota app di messaggistica, tramite l’apposita funzione che verrà via via integrata nelle varie nazioni raggiunte dal servizio, potrà trasferire somme di denaro ai propri contatti. Rispetto alla funzione combinabile con Messenger non ci sono quindi grandi differenze.

facebook pay

Ovviamente l’uso tecnico del sistema di pagamento verrà adattato alle normative che vigono nel Paese in cui sarà possibile utilizzarlo, per questa ragione al momento non ci sono ulteriori informazioni o guide pratiche sulle modalità di uso. Quello che invece rimane certo, indipendentemente dalla Nazione in cui lo si potrà usare, è che Facebook Pay sarà associato all’account Facebook.

In pratica, tramite la creazione di un solo account dedicato alla gestione di pagamenti e trasferimenti di denaro, sarà possibile impiegarlo in tutte le applicazioni ‘social’ che appartengono allo stesso gruppo. Il tutto previa autorizzazione per poter collegare il sistema di pagamento solo laddove lo si vorrà fare.

Come inviare soldi online

Western Union
Transferwise
Money Transfer
Moneygram
Azimo
Jiffy
Sofort
Fonmoney
Small World Money Transfer
Ria Money Transfer
Drop Pay
Opal Transfer
Currencies Direct
Circle Pay
Facebook Pay

Come funziona la registrazione?

Tralasciando le possibili differenze di creazione dell’account, sempre dettate dalle differenti normative, la procedura generale prevede come detto la creazione di un account associato al profilo Facebook. Ovviamente la funzione ‘Pay’ prevede l’uso di denaro che deve provenire da un conto o una carta di pagamento.

Le condizioni attuali valide in Usa permettono l’abbinamento con Paypal e con le carte del circuito Visa e Mastercard. Sulla possibile combinazione con American Express e Libra, invece, si hanno ancora solo indiscrezioni, così come per la possibile apertura ad altri conti elettronici (approfondimento: Portafoglio elettronico).

Vediamo ora brevemente come creare l’account dedicato a Facebook Pay. Ad oggi gli utenti statunitensi devono:

  • entrare nel proprio account Facebook;
  • accedere alla sezione Impostazioni;
  • scegliere la voce Facebook Pay tra le varie alternative proposte.

A questo punto si dovranno integrare le informazioni personali già presenti con quelle relative al metodo di pagamento. Si dovrà quindi:

  • collegare l’account al sistema di pagamento con il quale sostenere transazioni e trasferimenti;
  • seguire la procedura per fornire le autorizzazioni necessarie;
  • confermare il tutto.

sicurezza facebook pay

Approfondimento: Carta di credito senza conto corrente.

Quale livello di sicurezza si potrà avere?

Dopo i problemi che hanno manifestato i social nella protezione dei dati utenti, parlare di una sicurezza al 100% per quanto riguarda l’account non è possibile. Premesso ciò, la componente tecnologica (in base a quanto comunicato da Facebook) prevede che:

  • i dati del conto collegato a Facebook Pay e quelli delle carte di pagamento siano crittografati, per cui non leggibili da terzi;
  • il sistema sia dotato di notifiche push che, tra le altre cose, comunicano all’utente utilizzi o tentativi di utilizzo che non risultano autorizzati, così da poter tempestivamente effettuare le verifiche necessarie (N.B. se lo si riterrà opportuno è anche possibile chiedere il blocco di Facebook Pay, o della carta, ecc).