XME conto: personalizzabile ma anche conveniente?

La scomparsa di Zerotondo di Intesa Sanpaolo ha lasciato il segno tra i vecchi correntisti di questo gruppo bancario. Di contro per mediare le esigenze di potersi affidare a un conto corrente a costo zero con un prodotto personalizzabile, il gruppo Intesa ha inserito da qualche tempo nella propria sezione dei conti correnti il conto XME.

Indubbiamente si tratta di un conto personalizzabile grazie alla struttura a “moduli” che prevede un sistema di sconti che permette di abbassare il costo mensile fisso del canone da corrispondere (ma non dei costi variabili). Proprio quest’ultimo aspetto non permette di valutare a monte la reale convenienza per comprendere la quale è indispensabile fare un’analisi molto più dettagliata.

Principali caratteristiche

Il conto Xme di Intesa prevede l’obbligo di fare una prima scelta all’interno di uno dei 4 profili individuati per semplificare la scelta del modulo più adatto alle proprie esigenze, in relazione al tipo di uso che si farà del conto stesso. I 4 profili possono essere suddivisi in:

  • Concreto: uso essenziale e poco impiego delle carte di pagamento;
  • Tradizionale: bisogno di avere un rapporto costante con la filiale
  • Dinamico: ampio uso online ed in mobilità dei vari servizi
  • Comfort: per chi vuole avere praticamente ogni tipo di accesso e servizio, mediando l’uso tradizionale con quello più tecnologico.

Una volta individuato il profilo personale si è chiamati a scegliere il modulo che più si avvicina al tipo di utilizzo che verrà fatto usando la metodologia “inclusiva”: sottoscrivendo un modulo avanzato si includono infatti i servizi compresi nei moduli precedenti. I tre moduli sono: Start, Più e Super. C’è da tener presente che la selezione di uno dei tre moduli è obbligatoria (se non si desiderano particolari servizi si dovrà scegliere per forza il modello Start).

Mano a mano che si scelgono i livelli più avanzati aumenta il costo del canone collegato a ciascun modulo. Anche in questo caso bisogna però fare attenzione alla distinzione che c’è tra i costi fissi (del canone e dell’eventuale uso della carta di credito o della Nextcard) e quelli variabili (collegati al tipo di uso) in quanto solo quelli fissi possono essere azzerati se si hanno determinati requisiti. In particolare è singolare la scelta di applicare canoni anche abbastanza elevati di base senza che includano tutti i possibili costi fissi. Un esempio si ha proprio con la Nextcard che prevede il pagamento di 1 euro al mese (la BancoCard, carta di debito ‘non evoluta’, è invece compresa nel canone base). Non solo, Xme Conto prevede altri costi fissi applicati in aggiunta come ad esempio quello per il deposito titoli (18 euro all’anno).

Costi e condizioni

BancaIntesa Sanpaolo
Nome ContoXme Conto
Canone annuoda 72 euro a 180 euro (senza sconti ed a seconda dei moduli scelti)
Tasso creditore0,00%
Numero verde800 303 303

I costi riportati sono stati rilevati l’11-08 2017 dal sito ufficiale di Banca Intesa Sanpaolo.

Profili: Start, Più e Super tra costi e servizi

  • Il modulo Start è quello base e prevede il costo di 6 euro al mese. A questo va aggiunto l’euro della Next card con un esborso complessivo di 7 euro mensili. Nel modulo sono comprese operazioni illimitate, il servizio di home banking e la domiciliazione delle utenze, accredito di stipendio e di pensione. L’estratto conto online è incluso nel canone così come i prelievi su Atm del gruppo.
  • Il modulo Più ha un costo mensile di 10 euro. Aggiunge, rispetto al precedente, il servizio Jiffy (a pagamento nel caso dello Start) e il deposito titoli (che nello Start costa 18 euro). La Nextcard costa sempre 1 euro al mese.
  • Il profilo Super sale a 15 euro al mese (più la Nextcard) aggiungendo al modulo Più prelievi illimitati gratuiti anche su Atm di altre banche.

Evidentemente le opinioni sul rapporto qualità/prezzo, se non si considerano le possibilità di ottenere degli sconti, non possono essere particolarmente positive. Ricordiamo inoltre che non è compresa neppure la carta di credito Blu che prevede un contributo mensile di 5 euro (60 euro totali all’anno).

Dati aggiornati all’11/08/2017.

Prodotti e servizi Intesa SanPaolo

Conto Facile
Superflash
Zerotondo
XME Conto
Flash People
Azioni Intesa
Banca 5

Costi e sistema di sconti

Nell’ottica di quanto appena evidenziato il sistema di sconti e l’adesione alle promozioni diventa fondamentale per poter ottenere dei costi realmente competitivi. Gli under 30 anni hanno il vantaggio di poter ottenere uno sconto di 7 euro per l’età anagrafica. Quindi nel caso del modulo start hanno un conto a costo zero se si fa un uso quotidiano per la gestione per lo più basata su incassi e pagamenti. Tra i costi di “utilizzo” più pesanti troviamo invece i bonifici che sono a pagamento anche con disposizione online ed anche su banche appartenenti allo stesso gruppo (vedi anche Bonifici Sepa). Nel particolare:

  • bonifici online su banche del gruppo o extra gruppo: 1 euro;
  • bonifici da sportello su banche del gruppo e extra gruppo: 2 euro

Non sono compresi ‘in toto’ quelli extra Ue che hanno un costo minimo di 4 euro (il calcolo è dato dall’applicazione della commissione dell’1,5 per mille sul valore trasferito).

Per poter ottenere altri sconti si hanno due ulteriori possibilità:

  • accredito dello stipendio o della pensione almeno ogni due mesi: sconto di 2 euro;
  • sottoscrizione di uno dei fondi della Gestioni Patrimoniali di Eurizon Capital SGR: sconto 6 euro.

Per la carta di credito Blu e quella Oro è previsto un sistema di sconti a parte che è così strutturato:

Carta di credito Blu

  • sconto sul canone del 20% se nel mese precedente sono state sostenute spese per almeno 500 euro (quindi il canone passa da 5 a 4 euro per quel mese e per quelli in cui la condizione è rispettata);
  • sconto del 100% se si sostengono spese con la carta di importo superiore ai 500 euro (per quel mese e quelli in cui si mantiene la condizione il costo sarà zero).

Carta di credito Oro o Esclusive

  • sconto del 20% al raggiungimento di 850 euro di spesa nel mese precedente;
  • 100% se si supera la soglia di 850 euro.

Nel calcolo non si tiene conto dell’anticipo contante ma solo del denaro speso per fare acquisti e pagamenti in generale.

Per i giovani c’è in più la promozione che lega Xme e Tim Young con sconti sulla gestione del conto ma anche prezzo scontato sul costo di rinnovo mensile della Tim Young Music Box a 9,99 euro ogni 4 settimane tramite domiciliazione su Xme.

Condizioni aggiornate all’11-08 2017.

Conclusioni

Xme Conto di Intesa Sanpaolo risulta probabilmente complesso da gestire. Più che dell’aspetto della convenienza manca infatti della possibilità di una gestione facile e quasi immediata, fatta eccezione dei soli giovani che fino a 30 anni.

Ultimo aggiornamento: 6 ottobre, 2017