Fido bancario Unicredit: come funziona e come attivare Scoperto Facile

Il Fido bancario Unicredit è oggi identificato con il termine di Scoperto Facile. Ma cosa è nel particolare e come funziona? Quali sono i requisiti richiesti per aprirlo?

Per le aziende la disponibilità di una linea di sconfinamento, soprattutto con delle connotazioni “flat”, è un requisito fondamentale per riuscire a svolgere la propria attività potendo affrontare periodici momenti di illiquidità (soprattutto con la forma del “fido per cassa”). Per offrire una soluzione rapida Unicredit prevede il fido Fast Credit. Questo tipo di fido sfrutta una procedura semplificata che a meno che non ci siano delle problematiche ostative, permette alla banca di concedere una linea di affidamento in tempi molto ristretti.

Essendo Unicredit una banca che offre una vasta scelta anche per la clientela retail, non potevano mancare dei prodotti specifici. Infatti anche per i privati può essere molto utile poter avere uno scoperto sul conto corrente, così da non dover disinvestire in momenti non propizi o poter sostenere delle spese anche se non si ha sufficiente riserva sul saldo del proprio conto.

Non a caso soprattutto in un periodo di crisi come quello dell’ultimo decennio, molte banche hanno organizzato la propria offerta per garantire diverse forme di scoperto o di apertura in conto corrente, come nel caso del fido bancario di Unicredit. Nel particolare la banca milanese ha recentemente implementato la propria offerta con un prodotto esclusivo chiamato Scoperto Facile.

Vedi anche : Come aprire un conto online.

L’offerta della banca per i privati

Le proposte indirizzate alle aziende sono molto più articolate e dotate di maggiori margini di flessibilità e personalizzazione mentre per i privati si tende a concedere un’offerta ancorata a parametri ben definiti. Ciò nonostante Scoperto Facile non è vincolato alla necessità di avere dei titoli nel conto titoli della banca (tipiche forme di apertura di credito con garanzia, anche con mandato a vendere) garantendo allo stesso tempo flessibilità e facilità d’accesso.

Si tratta di un’apertura di credito in conto corrente che è stata organizzata per fasce di importi, che vanno da un minimo di 1500 euro fino a 12 mila euro. Per ciascuna fascia di fido bancario accordato Unicredit prevede un costo fisso mensile per la messa a disposizione dell’apertura di credito, che sale all’aumentare dell’importo concordato. In particolare si avranno le seguenti corrispondenze:

Importo canone mensile per fido
Importo di fido accordato
2,5 euro
1.500 euro
5 euro
3.000 euro
10 euro
6.000 euro
20 euro
12.000 euro

Indipendentemente dalla somma ottenuta il tasso applicato è fisso a 8,9% (anche il taeg è fisso ed è pari a 11,41%). Ovviamente il tasso sarà applicato sulla somma disponibile effettivamente usata.

Data rilevazione 5/09/2017 – Fonte: sito Unicredit

Per rendere questa struttura meno rigida, è stata introdotta la possibilità di poter passare da una fascia all’altra. Non ci sono dei limiti nelle richieste di cambio, potendo così adattare il costo mensile e la taglia scelta, con le necessità che possono anche cambiare nel corso del tempo. Tuttavia per ogni variazione ci sarà una valutazione delle condizioni economiche e reddituali del richiedente atte a consentire l’approvazione del passaggio che non può avvenire in modo automatico.

Per ridurre la tempistica delle fasi di valutazione o per avere meno obblighi formali nella richiesta si può sfruttare la pre-valutazione che accerterà in maniera preventiva l’eventuale presenza dell’accredito dello stipendio oppure della pensione od ancora di altre tipologie di reddito presso banca Unicredit.

Per quanto riguarda la parte dei costi questi vanno logicamente aggiunti a quelli del proprio rapporto bancario anche nel caso di un conto corrente a canone fisso, come ad esempio il My Genius. Il passaggio da un importo di fido ad un altro non prevede tuttavia l’applicazione di ulteriori costi.

Come si cambia l’importo del fido?

Questo tipo di richiesta deve essere fatto usando uno qualsiasi dei canali che Unicredit mette a disposizione per la gestione del conto o di altri prodotti mantenuti presso di essa. Quindi sarà possibile fare la richiesta di cambio del fido da:

  • sportello bancario;
  • Token (presente in alcune filiali);
  • Atm;
  • app;
  • home banking oppure chiamando il call center.

Se si sceglie uno dei canali automatici (app, internet banking, atm evoluto o token) si dovrà entrare nella sezione personale dell’internet banking, creare le credenziali, loggarsi e quindi entrare nella sezione della gestione del conto corrente stesso.

Requisiti e documenti necessari per la richiesta

La possibilità di poter richiedere il fido bancario unicredit Scoperto Facile è riservata solo ai correntisti di Banca Unicredit. Come conti correnti sono accettati tutti quelli ordinari ad uso privato (quindi in nessun modo associati all’uso per attività professionali), ed ovviamente My Genius (sia nella versione standard che di quella Private).

I documenti che devono essere obbligatoriamente presentati alla banca, se non si provvede alla pre-valutazione, sono:

  • documenti anagrafici (carta d’identità o altro documento di riconoscimento non scaduto e una tessera sanitaria o codice fiscale);
  • documenti reddituali come busta paga, unico, o altra forma di certificazione reddituale;
  • permesso di soggiorno se si è un richiedente non comunitario.

La documentazione personale, se si è già clienti con un conto corrente che abbia maturato almeno 6 mesi di anzianità (calcolati dalla data di apertura), non è necessaria mentre nel solo caso dei non comunitari rimane l’obbligo della carta di soggiorno anche in caso di pre valutazione.

Data rilevazione 5/09/2017 – Fonte: sito Unicredit

Conclusioni

Lo Scoperto Facile di Unicredit prevede dei tassi ha dei tassi ad esempio più bassi rispetto a Fido Più di Intesa Sanpaolo ( Tan da 8,9% al 10,5% – data di rilevazione: 05/09/2017 – Fonte: sito ufficiale Intesa Sanpaolo). Non risulta uno dei meno costosi ma considerata la flessibilità legata alla possibilità di passare tra diversi importi di fido, rappresenta uno di quelli che può emergere per il rapporto tra ciò che offre ed i costi associati per la sua gestione e mantenimento. Si tratta di un tipo di scoperto ideato per chi ha necessità “normali” legate alla gestione di un normale conto corrente.

Per chi ha bisogno di un fido molto più elevato, Unicredit prevede la concessione di cifre superiori a 75 mila euro, ma si tratta di una situazione molto particolare con tassi più elevati ad esempio pari a Tan 12,5% e Taeg superiore al 15% ( Data rilevazione 5/09/2017 – Fonte: sito Unicredit) . In questo caso manca un canone mensile fisso ma c’è la commissione di messa a disposizione dello scoperto.